Supply Chain

 
Il rivenditore e i membri del marchio della Better Cotton Initiative (BCI) stanno aprendo la strada a una produzione di cotone più sostenibile integrando Better Cotton nelle loro strategie di approvvigionamento delle materie prime e guidando la domanda di pratiche più sostenibili in tutto il mondo.

Nel 2018, 92 rivenditori BCI e membri del marchio hanno acquistato più di un milione di tonnellate di Better Cotton – un record per BCI! Questo rappresenta il 4% del consumo mondiale di cotone*. Il modello di finanziamento basato sulla domanda di BCI significa che il rivenditore e l'approvvigionamento del marchio di Better Cotton si traduce direttamente in un aumento degli investimenti nella formazione dei coltivatori di cotone su pratiche più sostenibili.

Mentre tutti i rivenditori e i membri del marchio BCI stanno contribuendo al futuro sostenibile del cotone, vorremmo cogliere l'occasione per evidenziare alcuni dei leader. I seguenti membri sono i primi 15 (in ordine decrescente) in base ai loro volumi totali di approvvigionamento di Better Cotton nell'anno solare 2018. Insieme rappresentano una percentuale significativa (88%) del Better Cotton acquistato lo scorso anno.

1 – Hennes & Mauritz AB

2 – Fornitura IKEA AG

3 – Gap Inc.

4 – adidas AG

5 – Nike, Inc.

6 – Levi Strauss & Co.

7 – C&A AG

8 – PVH Corp.

9 – Società VF

10 – IL PI VENDUTO

11 – DECATHLON SA

12 – Società di destinazione

13 – Marks & Spencer PLC

14 – Tesco

15 – OVS Spa

Accedi al Migliore classifica Cotton 2018.

"Da settembre 2015, tutto il cotone che acquistiamo per i prodotti IKEA proviene da fonti responsabili: L'85% di questo proviene da Better Cotton.Ci sono voluti un decennio di determinazione e duro lavoro per incorporare la sostenibilità nella nostra catena di approvvigionamento e siamo lieti di aver raggiunto il nostro obiettivo di cotone sostenibile al 100%. Non ci fermeremo però qui. Ci impegniamo a creare un cambiamento positivo in tutta l'industria del cotone e continuiamo a collaborare con i nostri partnerper renderlo realtà", afferma Rahul Ganju, Sustainability Manager Textiles, IKEA of Sweden.

"Il cotone è la nostra principale materia prima ed è una scelta naturale per i nostri consumatori. Tuttavia, sappiamo che essere naturali non significa necessariamente essere sostenibili. Ecco perché, nel 2016, abbiamo deciso di procurarci solo cotone più sostenibile entro il 2020. BCI rappresenta un pilastro fondamentale nella nostra strategia per raggiungere tale obiettivo poiché l'iniziativa aumenta le capacità dei coltivatori di cotone di adottare pratiche agricole sostenibili e concentrarsi sul miglioramento continuo”, afferma Simone Colombo, Head of Corporate Sustainability, OVS Spa.

“BESTSELLER è entrato a far parte di BCI nel 2011 e da allora siamo membri attivi. Abbiamo aumentato la nostra diffusione di Better Cotton di anno in anno e investito nella formazione e nel supporto degli agricoltori. BESTSELLER ha l'obiettivo di reperire il 100% del suo cotone in modo più sostenibile entro il 2022: per raggiungere questo obiettivo ci riforniamo di Better Cotton, cotone prodotto in Africa, cotone organico e cotone riciclato,” afferma Dorte Rye Olsen, Sustainability Manager, BESTSELLER.

Oltre a considerare i volumi assoluti di Better Cotton di provenienza, è importante evidenziare la quantità proporzionale di Better Cotton in percentuale del consumo totale di cotone. Per alcuni rivenditori e membri del marchio, Better Cotton rappresenta una percentuale sostanziale del loro approvvigionamento totale di cotone. Nel 2018, le aziende che hanno acquistato oltre il 90% del loro cotone come Better Cotton sono state adidas AG, HEMA BV e Stadium AB. Decathlon SA, Fatface Ltd, Hennes & Mauritz AB e IKEA AG hanno acquistato oltre il 75% del loro cotone come Better Cotton.

I "più veloci" del 2018 (elencati in ordine alfabetico) sono Benetton, Burberry Ltd, Fatface Ltd, GANT AB, Gap Inc., HEMA BV, La Redoute, Nike Inc., Olymp Bezner KG, Peak Performance, PVH Corp. e Stadio AB. Questi rivenditori e marchi hanno aumentato i loro volumi di cotone acquistato come Better Cotton di oltre 20 punti percentuali rispetto al 2017, dimostrando che l'approvvigionamento di cotone in modo più sostenibile può diventare la norma per le organizzazioni di tutte le dimensioni.

BCI ha l'obiettivo di raggiungere e formare cinque milioni di coltivatori di cotone entro il 2020. Per raggiungere questo obiettivo, BCI invita i suoi attuali rivenditori e membri del marchio, nonché i nuovi membri, a essere il più ambiziosi possibile nella definizione degli obiettivi di approvvigionamento di Better Cotton. Un maggiore approvvigionamento genera finanziamenti essenziali per la formazione e il sostegno degli agricoltori. Siamo lieti di notare che degli attuali 125 rivenditori e membri del marchio di BCI, 27 hanno già l'obiettivo pubblico di procurarsi il 100% del loro cotone in modo più sostenibile entro il 2020. Altri 23 membri hanno obiettivi di approvvigionamento sostenibile fissati per poco oltre il 2020.

Ora stiamo cercando la prossima ondata di leader della sostenibilità che si uniscano a BCI e colmino il divario tra l'offerta di Better Cotton sul mercato (19% della produzione mondiale di cotone nella stagione 2017-18) e la domanda da parte di rivenditori e membri del marchio (4% del consumo mondiale di cotone nella stagione del cotone 2017-18*). Nella stagione del cotone 2019-20, si prevede che Better Cotton rappresenterà 30% della produzione mondiale di cotone.

Accedi al Migliore classifica Cotton 2018.

Con l'aumento della domanda di Better Cotton, sempre più organizzazioni in tutta la catena di fornitura del cotone si uniscono a BCI e supportano una maggiore diffusione di Better Cotton. Nelle prossime settimane, lanceremo le classifiche dei commercianti di cotone e dei cotonifici, evidenziando chi ha acquistato i maggiori volumi di cotone come Better Cotton nel 2018.

*Dati sul consumo globale di cotone riportati dall'ICAC. Maggiori informazioni sono disponibiliper saperne di più, clicca qui.

Condividi questa pagina