Partners

Coltivatori di cotone che producono cotone in linea con l'industria del cotone australiana mIl programma yBMP è stato in grado di vendere il proprio cotone come Better Cotton dal 2014, quando BCI ha riconosciutomyBMP come standard di sostenibilità equivalente. Entro il 2018, Better Cotton rappresentava il 22% della lanugine di cotone australiana. Qui, Brooke Summers, Supply Chain Consultant presso Cotton Australia, spiega come l'armonizzazione dei due standard stia aiutando a fornire cotone più sostenibile al mondo.

  • La quantità di cotone prodotta per il myBMP e Better Cotton Standard sono aumentati rapidamente nella stagione del cotone 2017-18 (rispetto alla stagione del cotone 2016-17). Cosa ha portato a questo aumento?

La visione e gli obiettivi di BCI di fornire cotone sostenibile tradizionale al mondo risuonano con i coltivatori di cotone australiani. Stanno anche ricevendo un forte segnale dal mercato che il cotone sostenibile è ciò che i clienti vogliono. Questo sta guidando una maggiore partecipazione al myprogramma BMP e il numero di mallevamenti accreditati yBMP.

C'è stato un grande aumento in myVolumi di BMP e Better Cotton negli ultimi 12-18 mesi in Australia a causa di una serie di iniziative. Ad esempio, la biennale Australian Cotton Conference nell'agosto 2018 si è concentrata su Better Cotton, myBMP e sostenibilità. I coltivatori di cotone hanno potuto ascoltare da diversi importanti marchi di abbigliamento i loro programmi di sostenibilità e porre domande sull'approvvigionamento di cotone più sostenibile.

  • Quali migliori pratiche nella coltivazione del cotone sono uniche nel panorama australiano?

L'industria del cotone australiana è innovativa e ad alta tecnologia. Il clima australiano altamente variabile può oscillare tra cicli di "boom and bust" di anno in anno, il che significa che i coltivatori hanno imparato a essere estremamente adattabili ed efficienti nelle loro pratiche, in particolare riguardo all'uso dell'acqua, alla lotta integrata e alle energie rinnovabili. I sensori di umidità nelle colture e i sistemi di irrigazione automatizzati hanno consentito all'industria di ottenere un miglioramento del 40%* nell'efficienza dell'uso dell'acqua negli ultimi due decenni.

Le varietà di cotone ad alto rendimento (allevate appositamente per le condizioni australiane), insieme a un'attenta gestione, generano rese tre volte* la media globale con una resa in costante aumento. L'industria in Australia ha anche ridotto l'uso di pesticidi del 92%* negli ultimi 15 anni, grazie a un miglioramento dell'allevamento e dell'agronomia, all'uso di biotecnologie e pratiche di lotta integrata.

Inoltre, i coltivatori di cotone australiani utilizzano strumenti avanzati di monitoraggio dell'acqua sul campo, previsioni climatiche e meteorologiche in combinazione con immagini satellitari per prendere decisioni prima e durante la stagione di crescita. Questa tecnologia consente ai coltivatori di determinare il bilancio idrico, l'area coltivata a cotone, la configurazione delle file e la programmazione dell'irrigazione, contribuendo a garantire che la preziosa acqua disponibile per l'irrigazione venga utilizzata nel modo più efficiente possibile.

  • Puoi dirci di più sulla domanda di cotone prodotto in modo più sostenibile in Australia?

I rivenditori e i marchi australiani hanno indicato che il desiderio dei consumatori di beni prodotti in modo sostenibile è uno dei fattori che guidano la domanda interna e globale per il raccolto di cotone australiano. Ciò si affianca a una tendenza crescente in generale in Australia per i marchi a concentrarsi maggiormente sulla sostenibilità, sulla trasparenza della catena di approvvigionamento e sull'approvvigionamento sostenibile del cotone. Sempre più marchi leader stanno introducendo linee di abbigliamento interamente realizzate in cotone australiano, che sono state molto apprezzate dai clienti.

  • Come immagini il futuro della produzione di cotone in Australia?

Nel 2019 verranno lanciati i primi “Obiettivi di sostenibilità dell'industria del cotone australiano”. Questi obiettivi di sostenibilità costituiranno una sfida per l'intera industria del cotone australiana per migliorare ulteriormente la sostenibilità nei prossimi 10 anni. Sono stati fissati obiettivi per l'efficienza nell'uso dell'acqua e dell'azoto, l'impronta di carbonio, la conservazione della biodiversità e dell'habitat, la gestione integrata dei parassiti e il miglioramento degli standard di lavoro e della comunità. Gli obiettivi audaci saranno raggiunti solo attraverso uno sforzo intenso e collaborativo da parte di tutto il settore e dei partner esterni.

myIl programma BMP continua ad espandersi con più coltivatori che mai prima di implementare pratiche agricole sostenibili. Molti di questi coltivatori opteranno anche per BCI e venderanno il loro cotone come Better Cotton. Il nostro obiettivo è che il 50% dei coltivatori di cotone australiani diventi myAccreditato BMP e in grado di partecipare al programma BCI entro il 2023.

Per saperne di più su Cotone Australia.

*Rapporto sulla sostenibilità del cotone coltivato australiano 2014

© Credito immagine: Cotton Australia, 2019.

Condividi questa pagina