Better Cotton Onboard Raccomandazioni della task force sul lavoro forzato e il lavoro dignitoso

 
Nell'aprile 2020, BCI ha costituito il Task Force sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso per rivedere l'attuale sistema globale Better Cotton Standard. L'obiettivo della task force era evidenziare le lacune e sviluppare raccomandazioni per migliorare l'efficacia di questo sistema nell'identificare, prevenire, mitigare e rimediare ai rischi del lavoro forzato. Il gruppo era composto da esperti della società civile, rivenditori e marchi e consulenti di approvvigionamento responsabile.

La Task Force ha lavorato per rivedere gli attuali sistemi BCI, discutere questioni chiave e lacune e sviluppare raccomandazioni proposte. Il processo ha incluso ampie consultazioni con un gruppo più ampio di parti interessate ed è culminato in un rapporto completo, pubblicato nell'ottobre 2020 e disponibile integralmente sul Sito web BCI.

Il BCI Leadership Team e il Consiglio hanno ora completato una revisione completa dei risultati del rapporto, producendo una risposta formale che riassume anche il lavoro che BCI ha già svolto a partire da gennaio 2021. La risposta delinea le previsioni di BCI a breve, medio e lungo termine priorità per rafforzare i nostri sistemi sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso.

Alan McClay, CEO di BCI, ha dichiarato: "Il lavoro dignitoso e il lavoro forzato sono questioni cruciali di sostenibilità nella produzione di cotone. In BCI ci impegniamo a rafforzare ulteriormente le nostre capacità su questi temi. Mentre lanciamo la nostra strategia 2030, le raccomandazioni della Task Force ci aiutano a farlo. Il lavoro per attuare queste raccomandazioni è già in corso”.

La risposta accoglie con favore i risultati completi della Task Force e la sua identificazione di molteplici aree in cui BCI continuerà a concentrare maggiori risorse e sforzi. La Task Force ha riconosciuto il potenziale che BCI ha, in quanto rete di partner veramente globale, per attuare il cambiamento tra milioni di coltivatori di cotone e lavoratori.

La risposta riconosce anche l'importanza di incorporare il lavoro forzato di BCI e gli sforzi per un lavoro dignitoso all'interno della più ampia strategia BCI. Ciò si riflette nella strategia 2030 di BCI, che prevede una forte attenzione al lavoro dignitoso. Prevediamo che il lavoro in alcune di queste aree di raccomandazione occuperà la maggior parte del prossimo decennio e anche oltre.

BCI utilizzerà un approccio graduale per implementare le attività delineate nel piano, affrontando tempestivamente le aree vincenti e ad alta priorità, pur mantenendo una visione a lungo termine su alcune delle aree di lavoro più impegnative che richiederanno finanziamenti e risorse dedicati. Questo approccio sarà informato dalla valutazione del rischio; concentrandosi innanzitutto sulle aree in cui i rischi di lavoro forzato sono elevati e BCI ha un'impronta significativa.

BCI cercherà di collaborare attivamente con altri su alcune di queste sfide chiave, come strumenti efficaci per i lavoratori agricoli per sollevare reclami. Queste sfide sono affrontate in tutto il settore agricolo e BCI prevede di lavorare non solo con esperti locali e organizzazioni di base, ma anche con altre iniziative per condividere le conoscenze e sperimentare nuovi strumenti.

BCI non ha perso tempo per iniziare con alcune delle raccomandazioni chiave della task force e le metterà in vigore in tempo per la prossima stagione, a partire da marzo nell'emisfero settentrionale. Il team BCI Leadership è estremamente grato ai membri della Task Force per aver dedicato il loro tempo e le loro competenze per aiutare BCI a esaminare il nostro approccio attuale e a creare un percorso in avanti per trasformare il nostro lavoro forzato e le nostre capacità di lavoro dignitoso.

Una sintesi del piano di BCI per integrare le raccomandazioni della Task Force è disponibile sul sito Web di BCI e può essere trovata qui.

Leggi di più

La task force sul lavoro forzato e il lavoro dignitoso completa i risultati e le raccomandazioni chiave

Il cotone viene coltivato in aree del mondo con sfide formidabili, sia ambientali che sociali. La missione di Better Cotton impone che operiamo in molte di queste regioni e, pertanto, dobbiamo gestire condizioni complesse, socio-politiche ed economiche per fornire supporto e interventi dove avranno il maggiore impatto. Al fine di adattarsi e rispondere alle sfide del lavoro dignitoso e del lavoro forzato, in particolare, Better Cotton è attivamente impegnata nel dialogo su questi temi con esperti in materia e parti interessate chiave, tra cui organizzazioni della società civile, rivenditori e marchi e consulenti di catene di approvvigionamento etiche.

A tal fine e nello spirito del nostro impegno per il miglioramento continuo, Better Cotton ha costituito la Task Force sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso nell'aprile 2020 per rivedere l'attuale Better Cotton Standard System a livello globale. L'obiettivo della task force era evidenziare le lacune e sviluppare raccomandazioni per migliorare l'efficacia di questo sistema nell'identificare, prevenire, mitigare e rimediare ai rischi del lavoro forzato. Il gruppo era composto da 12 esperti che rappresentavano la società civile, rivenditori e marchi e consulenti di filiera etica. La Task Force ha lavorato virtualmente per sei mesi per rivedere gli attuali sistemi Better Cotton, discutere questioni chiave e lacune e sviluppare raccomandazioni proposte. Il processo ha incluso ampie consultazioni con un gruppo più ampio di rivenditori e marchi, partner di implementazione a livello di campo e organizzazioni incentrate sui lavoratori, tra gli altri. Il loro lavoro è culminato in un rapporto completo che delinea i risultati e le raccomandazioni chiave.

"È stato un privilegio per Better Cotton poter lavorare con un gruppo di esperti indipendenti di livello mondiale", ha commentato Alan McClay, CEO di BCI. "La loro conoscenza ed esperienza ci hanno permesso di costruire una solida base su cui riequilibreremo le nostre attività con una maggiore attenzione al lavoro dignitoso e al lavoro forzato".

Il Better Cotton Council e il Management Team stanno esaminando il rapporto e valuteranno attentamente i risultati e le raccomandazioni della task force attraverso la lente della strategia 2030 di Better Cotton. Prepareranno una risposta dettagliata alle raccomandazioni, che sarà condivisa a gennaio. Better Cotton riconosce che il rafforzamento del nostro programma di lavoro dignitoso sarà un processo pluriennale e richiederà risorse e finanziamenti aggiuntivi. A breve termine, ci concentreremo sul rafforzamento delle nostre capacità di lavoro forzato attraverso lo sviluppo di capacità per il personale, i partner esecutivi e i verificatori di terze parti, migliorando la nostra due diligence per selezionare e trattenere i partner attuatori e rivedendo i nostri processi di garanzia per identificare e mitigare meglio rischi di lavoro forzato.

Nel 2021 Better Cotton sta anche esplorando le opportunità per pilotare una serie più completa di attività di lavoro dignitoso, tra cui una valutazione dettagliata del rischio di lavoro forzato e tattiche di coinvolgimento della società civile, in una o due regioni ad alta priorità.

Better Cotton desidera esprimere la nostra più sincera gratitudine ai membri della Task Force, i quali hanno offerto volontariamente il loro tempo e le loro competenze, impegnandosi con tutto il cuore nel processo. I loro sforzi hanno portato a un'analisi approfondita e complessa di un'importante area della sostenibilità sociale e del Better Cotton Standard System, e serviranno a Better Cotton mentre continuiamo a impegnarci per creare il cambiamento. Ci impegniamo a sperimentare approcci innovativi per promuovere condizioni di lavoro dignitose nei campi di cotone sia per i lavoratori che per gli agricoltori, cosa che non sarebbe possibile senza un forte coinvolgimento di diverse parti interessate.

Si prega di lasciare alcuni dettagli qui sotto per scaricare il rapporto

Si prega di notare che tutti i dati inviati tramite il modulo di download saranno mantenuti riservati. Non sarà condiviso o utilizzato per scopi di comunicazione.

Leggi di più

Better Cotton istituisce una task force di esperti sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso

Il Better Cotton Standard System è un approccio olistico alla produzione di cotone sostenibile che copre tutti e tre i pilastri della sostenibilità: sociale, ambientale ed economico e affronta le numerose sfide della produzione di cotone. Uno dei sette Principi e criteri del cotone migliore si rivolge direttamente al lavoro dignitoso e al lavoro forzato in modo specifico. Il lavoro dignitoso è definito come un lavoro che offre una retribuzione equa, sicurezza e pari opportunità di apprendimento e progresso, in un ambiente in cui le persone si sentono sicure, rispettate e in grado di esprimere le proprie preoccupazioni o negoziare condizioni migliori.

Al fine di adattarsi e rispondere alle sfide del lavoro dignitoso nella coltivazione del cotone, ovunque si presentino tali sfide, BCI è attivamente impegnata nel dialogo sulle questioni del lavoro dignitoso e del lavoro forzato con i nostri stakeholder, comprese le organizzazioni della società civile, i rivenditori e i marchi e le organizzazioni esperte.

Task Force sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso

BCI sta attualmente lavorando per rafforzarsi Better Cotton Principio sei: lavoro dignitoso e ha creato un esperto Task Force sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso per rivedere elementi selezionati del Better Cotton Standard System. Sulla base di questa revisione, la Task Force produrrà raccomandazioni per migliorare l'efficacia del sistema nell'identificare, prevenire, mitigare e rimediare ai rischi del lavoro forzato.

Membri della task force

La task force sul lavoro forzato e il lavoro dignitoso riunisce rappresentanti della società civile, rivenditori, marchi e società di consulenza con una forte competenza in materia di diritti umani e lavoro forzato nelle catene di approvvigionamento, in particolare nel settore tessile. La task force si avvale anche dell'esperienza di un consulente di progetto con esperienza nell'affrontare i rischi del lavoro minorile e forzato nei raccolti di cotone presso l'Organizzazione internazionale del lavoro.

Società civile

  • Patricia Jurewicz, fondatrice e vicepresidente | Rete di approvvigionamento responsabile
  • Shelly Han, capo del personale e direttore o impegno | Associazione del lavoro equo
  • Allison Gill, coordinatrice della campagna Cotton | Forum internazionale dei diritti dei lavoratori
  • Isabelle Rogers, Global Cotton Program Manager | Solidarietà
  • Chloe Cranston, Responsabile Affari e Diritti Umani | Anti-Slavery International
  • Komala Ramachandra, ricercatore senior | Human Rights Watch

Consulenze / Enti di ricerca

  • Rosey Hurst, fondatrice e direttrice | Impatto
  • Aarti Kapoor, amministratore delegato | Incorpora
  • Brett Dodge, consulente senior | Ergon

Rivenditori e marchi

  • Fiona Sadler, Head of Ethical Trade (rappresenterà temporaneamente M&S) | Lydia Hopton, Responsabile del commercio etico | M&S Abbigliamento e casa
  • Aditi Wanchoo, Senior Manager – Partnership di sviluppo Affari sociali e ambientali | adidas
  • Jason Tucker, Direttore delle prestazioni lavorative, produzione sostenibile e approvvigionamento | Nike

Consulenti di progetto

  • Stephen McClelland, consulente senior indipendente

Scopri di più sui membri della Task Force qui.

Condivideremo gli aggiornamenti sui progressi della Task Force non appena saranno disponibili ulteriori informazioni.

Leggi di più

Condividi questa pagina