Celebrando la Giornata del suolo sulla Terra 2022

La terra sotto i nostri piedi è un sistema complesso e vivente. Un solo cucchiaino di terreno sano può contenere più microrganismi rispetto al numero totale di persone sul pianeta.

Un suolo sano è il punto di partenza per la produttività e la sostenibilità dell'azienda. Senza di essa, non potremmo né coltivare cotone né sostenere la nostra crescente popolazione globale. Tuttavia, è spesso anche la risorsa più trascurata e sottovalutata in agricoltura.

In #EarthDay2022, ci concentriamo sulla salute del suolo e sul lavoro stimolante che sta avvenendo sul terreno per migliorare la salute del suolo nella coltivazione del cotone.

Che cos'è la salute del suolo e perché è importante?

Scopri di più dai nostri esperti di salute del suolo

Approfondimenti degli agricoltori

Sabari Jagan Valvi si unì al Better Cotton e Fondazione Lupin per il benessere umano e la ricerca programma in India tre anni fa.

Adottando pratiche agricole più sostenibili come la consociazione e l'utilizzo di vermicompost ed estratto di neem, Sabari ha assistito a un miglioramento della salute del suolo nella sua fattoria ed è riuscita a ridurre i costi.

“Quest'anno ho seminato cotone su due acri seguendo le pratiche promosse da Better Cotton. Attraverso la semina a seme singolo e il trattamento del seme, sono riuscito a risparmiare il 50% del costo della semina in questa stagione". – Sabari Jagan Valvi, miglior coltivatore di cotone.

Partecipa alla discussione

Alla conferenza Better Cotton di quest'anno, che si terrà a Malmö, in Svezia e online dal 22 al 23 giugno, saremo raggiunti da partner e membri per esplorare come l'agricoltura rigenerativa può aiutare ad affrontare il cambiamento climatico e molto altro.

Leggi di più

Sostenere gli agricoltori del Mali per migliorare la salute del suolo  

By Lisa Barratt, responsabile delle operazioni in Africa e Abdoul Aziz Yanogo, responsabile regionale dell'Africa occidentale - entrambi Better Cotton.

Suoli sani sono vitali per coltivare rigogliose colture di cotone e migliorare i mezzi di sussistenza. In Better Cotton lavoriamo a stretto contatto con i partner sul campo per aiutare le comunità di coltivatori di cotone ad adottare pratiche migliori per la salute del suolo. Sviluppiamo una piena comprensione delle sfide locali e miriamo a tecniche pratiche, efficaci e convenienti, in modo che siano accessibili ai piccoli proprietari. Insieme, ci concentriamo sull'aumento continuo dei raccolti degli agricoltori e sulla riduzione del loro impatto ambientale salvaguardando il futuro dei loro terreni. 

Nel 2021, il team Better Cotton Mali ha intrapreso uno di questi progetti, lavorando con il nostro partner di implementazione di lunga data, Compagnie Malienne pour le Développement des Textiles (CMDT), per aiutare a dimostrare l'impatto delle tecniche di gestione sostenibile del suolo ai Better Cotton Farmers. Spesso scopriamo che aiuta gli agricoltori a vedere i vantaggi di una certa tecnica prima di provarla nella propria fattoria, in modo che possano vedere che funziona. Ecco perché lo portiamo in vita per loro attraverso appezzamenti dimostrativi nelle loro comunità, dove possono vedere esattamente come il miglioramento della salute del suolo, ad esempio, porti a raccolti più sani e resilienti. 

Lisa Barratt e Abdoul Aziz Yanogo

Comprendere le sfide per la salute del suolo in Mali 

Il cotone è la coltura principale del Mali e la seconda più grande esportazione. Tuttavia, i coltivatori di cotone in Mali devono affrontare molteplici sfide, tra cui condizioni meteorologiche irregolari e stagioni di crescita più brevi, prezzi fluttuanti e costi elevati di input e cattiva salute del suolo. In particolare, i suoli sono poveri di sostanza organica, quindi le piante non beneficiano dei nutrienti inerenti a suoli sani, rigogliosi e ricchi di biodiversità. Sono anche a basso contenuto di minerali vitali di cui tutte le piante hanno bisogno come azoto, fosforo e potassio. 

Azione sul campo 

Il nostro obiettivo era aumentare la consapevolezza delle sfide locali per la salute del suolo, spiegare i vantaggi delle pratiche sostenibili e collaborare con gli agricoltori per attuare piani d'azione, basati su dimostrazioni pratiche e supporto sul campo. Abbiamo anche sostenuto i test del suolo come mezzo importante per controllare la salute del suolo per aiutare a informare eventuali sforzi di fertilizzazione. 

Ciò è iniziato con la comprensione di come gli agricoltori attualmente concimavano i loro campi. Abbiamo intervistato 120 agricoltori per avere un'idea delle pratiche prevalenti. Abbiamo anche identificato quattro buoni appezzamenti dimostrativi e inviato campioni di terreno per analisi di laboratorio. Tra le nostre scoperte, abbiamo notato che gli agricoltori stavano applicando lo stesso livello di fertilizzanti minerali a tutti i loro campi (nonostante le diverse esigenze del suolo), la materia organica che stavano aggiungendo non era sufficiente in relazione alle esigenze del suolo, ed erano 'non includendo abbastanza legumi durante la rotazione dei raccolti. 

Abbiamo adattato la nostra formazione alle loro esigenze, iniziando con la formazione di quei rappresentanti del CDMT che avrebbero aiutato gli agricoltori sul campo. Da lì, eravamo pronti per sviluppare un piano triennale che avrebbe davvero aiutato gli agricoltori ad andare avanti e a coltivare raccolti più sani. Gli obiettivi del piano includono la riduzione dell'uso di fertilizzanti sintetici e il miglioramento della sostanza organica del suolo, che aiuta a migliorare la ritenzione dell'umidità del suolo.  

Allora cosa abbiamo consigliato? 

Tutte le pratiche che abbiamo consigliato sono state progettate per ripristinare, mantenere e monitorare la fertilità del suolo. Ad esempio, oltre a prelevare campioni di terreno e farli analizzare, abbiamo raccomandato di utilizzare letame biologico ben decomposto, che gli agricoltori potevano ottenere dagli allevatori di bestiame locali o dal proprio bestiame. Si consiglia inoltre di aggiungere fertilizzanti minerali per garantire i giusti livelli di azoto, potassio e fosforo, tutti vitali per una sana crescita delle colture. Per aiutare a preservare la struttura naturale del suolo, promuovere la ritenzione dell'umidità e ridurre l'erosione, abbiamo anche proposto di ridurre la frequenza e la profondità della lavorazione del terreno (per cui gli agricoltori agitano il terreno per preparare i campi alla semina). Invece, abbiamo suggerito agli agricoltori di utilizzare la zappatura a secco e la raschiatura a secco per aiutare il terreno a mantenere la sua struttura.  

Terreno di cotone con bordo in pietra per proteggere il campo dall'erosione dell'acqua
Uso di letame biologico su appezzamento di cotone prima dell'aratura

Per prevenire ulteriormente l'erosione, abbiamo suggerito di arare lungo le linee di contorno o formare creste perpendicolari alla sommità del pendio per aiutare a trattenere l'acqua piovana nel campo. E per migliorare i livelli di materia organica nel terreno, abbiamo integrato legumi legnosi come la mimosa e l'acacia, che possono essere usati come pacciame per promuovere un terreno migliore una volta raccolti. Questo è fondamentale per migliorare la fertilità del suolo. E per dare al terreno una pausa dalla coltivazione di un solo tipo di coltura, abbiamo raccomandato un sistema di rotazione del suolo, compresi questi legumi.  

Cosa accadrà? 

Mentre stabiliamo le parcelle dimostrative nel 2022, continueremo a supportare gli agricoltori per tutto il tempo, monitorando i loro progressi e aiutandoli a ottenere un miglioramento continuo. È importante sottolineare che questi sforzi ci aiuteranno a sviluppare un programma simile in Mozambico e aiuteranno anche a informare l'obiettivo di salute del suolo di Better Cotton per il 2030 per supportare tutti gli agricoltori di Better Cotton nel raggiungimento di suoli più sani.  

Ulteriori informazioni su Better Cotton e salute del suolo

Leggi di più

Capire il suolo vivente: c'è davvero un universo sotto i nostri piedi  

Di Karen Wynne, coordinatrice del programma statunitense, Better Cotton 
Karen è certificata come Soil Scientist e Classificatore dalla Soil Science Society of America.

Potresti pensare che sotto terra ci sia solo terra. Le radici crescono attraverso di esso e forse un lombrico o due vivono lì. E ti sei mai chiesto come le piante ottengono acqua e sostanze nutritive? Forse raccolgono ciò di cui hanno bisogno dal terreno e gli agricoltori aggiungono i nutrienti con i fertilizzanti? Può essere una sorpresa, ma il terreno è molto più complesso di così. 

C'è letteralmente un intero universo sotto i nostri piedi.  

Il suolo minerale, il limo, la sabbia e l'argilla, persino le radici, ospitano tutti i tipi di macro e microrganismi (noti anche come bioma del suolo) che trascorrono il loro tempo mangiando i residui delle piante e l'un l'altro, e nel processo trasformano e immagazzinare i nutrienti e costruire la struttura del suolo. Un solo cucchiaino di terreno sano può contenere più microrganismi del numero totale di persone sulla Terra. È fantastico, vero?  

In effetti, il suolo è un sistema complesso e vivente che difficilmente comprendiamo. Gli scienziati del suolo chiamano il mondo terrestre dei microrganismi la "scatola nera". Stiamo ancora acquisendo conoscenza di questi microbi e di come interagiscono tra loro, il loro ambiente e le piante. Il sequenziamento del DNA e altri incredibili progressi scientifici hanno trasformato la nostra capacità di capire di più su questo mondo sotterraneo, e più velocemente che mai.  

Perché è importante agire ora sulla salute del suolo 

Un suolo sano e ricco di biodiversità è fondamentale per colture rigogliose, ciclo dei nutrienti e filtraggio dell'acqua. Il suolo può anche aumentare la nostra resilienza ai cambiamenti climatici restituendo carbonio al suolo e attenuando l'impatto della siccità e delle inondazioni. Ma oggi, gli esseri umani hanno un impatto maggiore sul paesaggio di qualsiasi altra forza. I nostri suoli sono diventati così degradati ed erosi dallo sviluppo industriale e agricolo, che non contengono più la diversità della vita che è parte integrante del nutrimento di piante e colture. 

All'interno della coltivazione del cotone, è fondamentale incoraggiare gli agricoltori a contribuire a creare le migliori condizioni affinché gli organismi del suolo possano fare le loro cose. Ecco perché i terreni sani sono un obiettivo chiave per noi di Better Cotton. Lavoriamo a stretto contatto con i nostri partner e agricoltori sul campo per introdurre pratiche efficaci e sostenibili per la salute del suolo. Ad esempio, il mantenimento di radici viventi continue crea un habitat per mantenere attivi gli organismi del suolo. L'aumento della diversità delle colture e delle colture di copertura crea diversità anche nel sottosuolo. Nel frattempo, la riduzione della lavorazione del terreno aiuta a proteggere il fragile ecosistema sotterraneo.  

Collaboriamo anche con scienziati e agronomi di tutto il mondo per aiutare a raccogliere e condividere le conoscenze per incoraggiare il progresso nel settore del cotone. Quest'anno, per compiere ulteriori progressi, lanceremo un obiettivo di salute del suolo per il 2030 come parte del nostro 2030 Strategia

Una fiorente comunità del suolo 

Ecco alcuni dei miei membri preferiti della comunità del suolo. Diamo un'occhiata al ruolo prezioso che svolgono nella creazione di terreni sani. 

I lombrichi cambiano ciclicamente tipicamente presente nei suoli sani. Darwin ha scritto il voltapagina La formazione della muffa vegetale attraverso l'azione dei vermi, con l'osservazione delle loro abitudini indietro nel 1800. Era un bestseller. Ci dice che i lombrichi possono abbattere almeno il loro peso di materiali vegetali in una settimana, macinandoli in un [compost] simile a polvere, noto come getti, che aiuta a nutrire il terreno. L'allevamento di vermi e l'allevamento dei loro getti è un sistema super low-tech che produce fertilizzanti organici stabili. Questo approccio può essere facilmente utilizzato in una piccola fattoria o anche in un appartamento. I vermi non occupano molto spazio.

Funghi micorrizici arbuscolari (AMF) formano relazioni reciprocamente vantaggiose con le piante. Hanno un vasto sistema di rami chiamati ife che si inseriscono nelle cellule della radice vera e propria, estendendo l'accesso della pianta all'acqua e ai nutrienti, in particolare il fosforo, ben oltre la portata delle radici. In cambio, il fungo ottiene zuccheri dalla pianta. L'AMF produce anche glomalina, una specie di colla che tiene insieme le particelle di terreno e fornisce un habitat ideale. Uno scienziato nella Columbia Britannica ha scritto un libro su come gli alberi comunicano e condividono i nutrienti attraverso le loro radici e la rete fungina che li collega. È incredibile come le diverse specie collaborino.

Mycobacterium vaccae, un batterio che si trova nel suolo, ha dimostrato di funzionare come antidepressivo. Producono un grasso che sembra contrastare l'infiammazione correlata allo stress nei nostri corpi che può portare alla depressione. La connessione non è ancora completamente compresa, ma questo piccolo batterio potrebbe avere la capacità di contrastare le nostre risposte naturali allo stress. Forse questo spiega perché sono più felice con un po' di terra sotto le unghie. 

Scarabei stercorari sono un altro segno utile di terreni sani. Vivono in molti ecosistemi diversi in ogni continente, ad eccezione dell'Antartide. I coleotteri si nutrono di letame e, a seconda della specie, possono trasportarlo nel loro tunnel sotterraneo o arrotolarlo in una palla e seppellirlo nel terreno per deporre le uova. Ed ecco un fatto divertente: si orientano anche usando il sole, la luna e la Via Lattea come guida. 

E infine, i nemici del suolo... Ci sono anche molti parassiti e agenti patogeni nel terreno e questi possono rappresentare un rischio per colture e persone sane. Un ecosistema sbilanciato può comportare la perdita di predatori di questi parassiti. Ad esempio, i nematodi (vermi microscopici) possono essere parassiti, ma i nematodi predatori come il steinernema le specie possono attaccare le larve nel terreno, compresi i comuni parassiti del cotone come il verme rosa e il verme dell'esercito. Un bioma del suolo ben bilanciato aiuta a mantenere queste specie benefiche di nematodi e prevenire focolai di parassiti del cotone. 

La buona notizia abbiamo slancio. Ci sono più investimenti, più collaborazione e sensibilizzazione con gli agricoltori e più comunicazione su questi temi. Ci sono abbastanza film sul suolo per un piccolo festival cinematografico. Ci sono molti scienziati del suolo intelligenti e impegnati là fuori che fanno tutte le domande giuste, agricoltori che lavorano insieme per condividere le conoscenze e organizzazioni come Better Cotton che aiutano gli agricoltori ad apportare modifiche senza costosi test di laboratorio o strumenti. 

Sempre di più, la comunità agricola si sta rendendo conto che per creare l'ambiente migliore per un sistema molto dinamico, abbiamo bisogno di suoli sani. E quando gli agricoltori utilizzano pratiche che supportano il bioma del suolo, spesso possono risparmiare denaro consentendo ai sistemi naturali di fare il lavoro. Se possiamo continuare questo approccio democratico e cooperativo, dovremmo davvero fare la differenza. 

Per ulteriori informazioni su come Better Cotton sta promuovendo la salute del suolo nelle coltivazioni di cotone, leggi di più qui: https://bettercotton.org/field-level-results-impact/key-sustainability-issues/soil-health-cotton-farming/ 

Scopri di più

Leggi di più

Condividi questa pagina