Migliori coltivatori di cotone ottengono una riduzione dell'uso di acqua e pesticidi mentre aumentano i rendimenti e i profitti

 
Gli agricoltori BCI dimostrano i vantaggi dell'implementazione di pratiche agricole più sostenibili

Nella stagione del cotone 2017-18*, la Better Cotton Initiative (BCI) e i suoi partner sul campo hanno fornito formazione su pratiche agricole più sostenibili a oltre due milioni di coltivatori di cotone in 21 paesi. Attraverso la formazione, gli strumenti e lo sviluppo delle capacità, gli agricoltori BCI affrontano e affrontano questioni pertinenti alla produzione di cotone, dall'uso dell'acqua alla gestione dei parassiti fino al lavoro dignitoso. Implementando i principi e i criteri Better Cotton, gli agricoltori producono cotone in un modo che è misurabilmente migliore per se stessi, l'ambiente e le comunità agricole.

Ogni stagione del cotone, BCI ei suoi partner raccolgono dati da BCI Farmers per monitorare e valutare una serie di indicatori sociali, ambientali ed economici. I risultati di BCI Farmer della stagione del cotone 2017-18 dimostrano chiaramente i vantaggi dell'implementazione di pratiche più sostenibili in tutto il mondo. Ecco alcuni punti salienti di Cina, India, Pakistan, Tagikistan e Turchia.

Social

  • In Turchia, il 74% degli agricoltori BCI aveva una consapevolezza avanzata delle problematiche del lavoro minorile.
  • In Tagikistan, il 25% degli agricoltori BCI formati sulle pratiche di salute e sicurezza erano donne.

Ambientali

  • Gli agricoltori BCI in India hanno utilizzato il 10% di acqua in meno rispetto agli agricoltori di confronto.
  • Gli agricoltori BCI in Pakistan hanno utilizzato il 17% in meno di fertilizzanti sintetici rispetto agli agricoltori di confronto.
  • Gli agricoltori BCI in Tagikistan hanno utilizzato il 40% in meno di pesticidi rispetto agli agricoltori di confronto.

Economico

  • Gli agricoltori BCI in Cina hanno ottenuto rese superiori del 14% rispetto agli agricoltori di confronto.
  • Gli agricoltori BCI in Pakistan hanno ottenuto profitti superiori del 40% rispetto agli agricoltori di confronto.

Accedi alRisultati agricoltori BCI 2017-18 per vedere come BCI sta guidando miglioramenti misurabili nella produzione di cotone.

Nota sugli agricoltori di confronto: i risultati degli agricoltori BCI confrontano le medie nazionali dei principali indicatori sociali, ambientali ed economici ottenuti dagli agricoltori BCI autorizzati con gli agricoltori non BCI nella stessa area geografica che non partecipano al programma BCI. Ci riferiamo a questi ultimi agricoltori come agricoltori di confronto.

*Il cotone viene seminato e raccolto in diversi cicli annuali in tutto il mondo. Per BCI, la raccolta della stagione del cotone 2017-18 è stata completata verso la fine del 2018. I dati dell'indicatore dei risultati di BCI Farmer devono essere presentati a BCI entro 12 settimane dalla raccolta del cotone. Tutti i dati vengono quindi sottoposti a un rigoroso processo di pulizia e convalida dei dati prima di poter essere pubblicati.

Leggi di più

Evidensia: il nuovo sito Web di prova per informare l'azione per un futuro sostenibile

 
ISEAL, WWF e Rainforest Alliance hanno sviluppato un nuovo sito Web, Evidensia, che riunisce ricerche credibili sugli effetti e sull'impatto delle iniziative di sostenibilità per consentire decisioni più informate.

Prove credibili sono alla base del processo decisionale e supportano le imprese e i governi nell'affrontare le pressanti sfide della sostenibilità su larga scala. Attualmente, molte delle informazioni disponibili sugli impatti degli strumenti di sostenibilità non sono presentate in un formato di facile comprensione che sia utile per l'analisi orientata alle decisioni. Ciò rende difficile per i responsabili delle decisioni identificare e comprendere facilmente quali informazioni esistono già sugli impatti, l'efficacia e il valore aziendale delle iniziative di sostenibilità.

Per affrontare questa sfida, ISEAL, WWF e Rainforest Alliance hanno sviluppato un nuovo sito web, evidenza, che riunisce ricerche credibili sugli effetti e sull'impatto delle iniziative di sostenibilità per consentire decisioni più informate.

Evidensia è progettato per soddisfare le esigenze di leader aziendali, responsabili politici e ricercatori. Ospita prove e informazioni su una serie di strumenti e approcci della catena di approvvigionamento della sostenibilità, inclusi standard, codici di approvvigionamento aziendale e approcci giurisdizionali.

Il contenuto del sito copre un'intera gamma di questioni di sostenibilità, dal cambiamento climatico e la deforestazione alla biodiversità e alla conservazione dell'acqua. Il contenuto è rappresentato in una varietà di formati, inclusi studi scientifici indipendenti, rapporti di valutazione e studi di casi. È anche facilmente accessibile e utilizzabile attraverso una gamma di strumenti di ricerca, filtraggio e mappatura.

Avere un sito che raccolga queste prove e informazioni consente di identificare chiaramente le lacune e le priorità della ricerca per ricercatori e finanziatori. Ciò riduce al minimo la duplicazione o il disallineamento degli sforzi di ricerca.

Attraverso questi sforzi, Evidensia può aiutare le aziende e altri a identificare e implementare meccanismi efficaci per la produzione e l'approvvigionamento sostenibili e contribuirà a migliorare l'efficacia degli strumenti e degli approcci alla sostenibilità.

https://www.evidensia.eco.

Leggi di più

Un cotone migliore porta a miglioramenti misurabili nella produzione di cotone

 
Al fine di produrre e vendere Better Cotton, gli agricoltori BCI autorizzati aderiscono ai Better Cotton Principles and Criteria (P&C), affrontando argomenti dall'uso dell'acqua alla gestione dei parassiti fino al lavoro dignitoso. L'implementazione del Better Cotton P&C consente agli agricoltori di produrre cotone in un modo misurabilmente migliore per se stessi, l'ambiente e le comunità agricole.

I risultati degli agricoltori della stagione 2016-17 dimostrano i vantaggi dell'implementazione di pratiche più sostenibili in tutto il mondo. Ecco alcuni punti salienti di Cina, India, Pakistan, Tagikistan e Turchia.

Social

  • In Turchia, 83% di di BCI Farmers aveva una conoscenza avanzata dei problemi del lavoro minorile.
  • BCI si occupa dell'inclusione delle donne e, in Cina, 37% di degli agricoltori che hanno ricevuto una formazione BCI sulla preparazione e l'uso dei pesticidi erano donne.

Ambientali

  • BCI Farmers in Pakistan utilizzato 20% di meno acqua per l'irrigazione rispetto agli agricoltori di confronto.
  • Utilizzato dagli agricoltori BCI in India 17% di meno fertilizzante sintetico rispetto agli agricoltori di confronto.
  • BCI Farmers in Tagikistan utilizzato 63% di meno pesticidi rispetto agli agricoltori di confronto.

Economico

  • BCI Farmers in Cina hada 14% di resa maggiore rispetto agli agricoltori di confronto.
  • Gli agricoltori BCI in Pakistan hanno avuto un 37% di profitto più elevato rispetto agli agricoltori di confronto.

Accedi alRisultati BCI Farmer 2016-17per vedere come BCI sta guidando miglioramenti misurabili nella produzione di cotone.

Agricoltori di confronto
I risultati BCI Farmer presentati qui confrontano le medie nazionali dei principali indicatori sociali, ambientali ed economici raggiunti dagli agricoltori BCI autorizzati con gli agricoltori non BCI nella stessa area geografica che non partecipano al programma BCI. Ci riferiamo a questi ultimi agricoltori come agricoltori di confronto.

Parlare in modo accurato dei risultati degli agricoltori
I risultati dell'allevamento non devono essere manipolati in alcun modo. La media dei risultati delle aziende agricole in diverse aree geografiche compromette la credibilità dei dati. Se desideri utilizzare i risultati, per favorecontattiil team di comunicazione che ti aiuterà a creare la tua storia Better Cotton in modo da mantenere l'integrità dei dati.

Gujarat, India. BCI Farmer Vinodbhai Patel (a sinistra) insieme ai mezzadri, al lavoro nella sua fattoria. © 2018 Florian Lang.

Leggi di più

I partner a livello di campo di Better Cotton raggiungono più di 1.5 milioni di agricoltori

Il mese scorso sono entrati in vigore i Principi e criteri rivisti del Better Cotton Standard System. Ma come possiamo garantire che questi principi chiave si trasformino in azioni e risultati tangibili per coloro che sono coinvolti nella produzione di Better Cotton?

La risposta è partner a livello di campo.

La Better Cotton Initiative (BCI) non forma direttamente i coltivatori di cotone, ma lavoriamo a stretto contatto con partner esperti nei paesi in cui viene coltivato Better Cotton. Chiamiamo questi partner a livello di campo "Implementing Partners", IP in breve. Ogni IP supporta una serie di unità di produttori, ovvero un raggruppamento di agricoltori BCI nella stessa comunità o regione. I responsabili delle unità di produzione sovrintendono alla formazione e al supporto di più gruppi più piccoli, noti come gruppi di apprendimento.

La formazione viene fornita a questi gruppi di apprendimento più piccoli da facilitatori sul campo, questi sono tecnici sul campo, spesso con esperienza in agronomia, che utilizzano dimostrazioni pratiche sul campo. Questa formazione si concentra sull'incoraggiare gli agricoltori ad adottare le migliori tecniche di pratica agricola, in linea con i principi e i criteri Better Cotton. Al momento I 70 partner di implementazione di BCI lavorano con circa 4,000 facilitatori sul campo attraverso il globo.

Inoltre, ogni gruppo di apprendimento è coordinato da un agricoltore capo, che facilita le sessioni di formazione per i suoi membri, crea opportunità regolari per discutere progressi e sfide e incoraggia le migliori pratiche nella registrazione dei risultati. Attraverso questo processo di formazione a cascata, la formazione sarà erogata a più di 1.5 milioni di coltivatori di cotone in 22 paesi.

Nei prossimi mesi BCI formerà gli IP di tutto il mondo sul Better Cotton Standard rivisto, utilizzando un modello di training-the-trainer efficace in Cina, India, Pakistan, Mozambico, Africa occidentale, Sudafrica, Turchia e Stati Uniti. L'apprendimento a distanza avrà luogo per gli IP in Tagikistan e Kazakistan. La formazione fornirà al personale IP aggiornamenti essenziali, materiali preziosi e suggerimenti sulle migliori pratiche per le attività di formazione degli agricoltori. La formazione sarà adattata ai diversi contesti nazionali e adattata per affrontare le sfide specifiche del paese.

È già stata completata con successo la formazione sui principi e criteri rivisti del Better Cotton per gli IP in Cina. Il team BCI China ha organizzato un seminario di apprendimento incrociato di tre giorni a Lijiang, nella provincia dello Yunnan per nove partner di implementazione, che insieme hanno una portata combinata di 80,000 coltivatori di cotone.

La formazione ha affrontato tutti e sette i principi e i criteri di Better Cotton con una maggiore attenzione alla biodiversità, alla gestione dell'acqua e alla salute del suolo, con la formazione del Dr. Zeng Nan di The Nature Conservancy, della signora Zhenzhen Xu dell'Alliance for Water Stewardship e del Dr. Li Wenjuan di Cotton Connect. I PI hanno condiviso le migliori pratiche sulla gestione integrata dei parassiti e sullo sviluppo delle capacità degli agricoltori. Il signor Zhang Wenzhong, direttore di BCI IP Nongxi Cotton Cooperatives ha dichiarato: "Ho imparato molto dal workshop [Better Cotton Principles and Criteria] e da altre IP. Ho lavorato come IP per diversi anni e ora ho ancora più fiducia in un'implementazione di successo di Better Cotton in futuro."

Esplora le nostre storie dal campo per vedere come gli IP stanno guidando il cambiamento a livello di azienda agricola.

Leggi di più

Better Cotton pubblica un rapporto annuale basato sul web con funzionalità interattive

Siamo entusiasti di annunciare il lancio del nostro rapporto annuale basato sul web. Il Rapporto annuale BCI 2015 fornisce gli ultimi aggiornamenti sui numeri globali, sulle attività di affiliazione e partnership, sulle revisioni dei progressi organizzativi e sui nostri rendiconti finanziari. Abbiamo anche integrato contenuti interattivi e multimediali per presentare i risultati del 2015 in modo coinvolgente.

I principali risultati del 2015 includono:

» Gli agricoltori hanno prodotto Better Cotton in 21 paesi in cinque continenti.

» BCI ha raggiunto 1.6 milioni di agricoltori in tutto il mondo, con un aumento del 23% rispetto al 2014.

» Gli agricoltori BCI autorizzati hanno prodotto 2.6 milioni di tonnellate di Better Cotton, in crescita del 34% rispetto all'anno precedente.

» Gli acquisti di membri e rivenditori sono cresciuti rispettivamente del 50% e del 115%.

» Abbiamo avviato una revisione formale del nostro sistema standard per garantire che rimanga pertinente, coerente e accessibile.

» BCI e i nostri partner hanno investito quasi 12 milioni di euro attraverso il Better Cotton Fast Track Program (BCFTP), sostenendo 70 progetti agricoli in otto paesi.

Il rapporto include anche le seguenti caratteristiche dinamiche:

» Un video che riassume i punti salienti del 2015.

» Due mappe interattive che illustrano i punti salienti del paese Better Cotton e le cifre della portata globale.

¬ª Grafici dinamici che descrivono in dettaglio la crescita dei membri e degli appalti, nonché le informazioni finanziarie.

"Ringraziamo i nostri partner, finanziatori, membri e personale BCI per aver svolto un ruolo così cruciale nel raggiungimento dei nostri obiettivi quest'anno e posizionandoci per rendere Better Cotton un prodotto mainstream responsabile entro il 2020", ha commentato Paola Geremicca, Direttore delle comunicazioni e raccolta fondi.

BCI continuerà a riportare i dati del raccolto attraverso il nostro Report Vendemmia 2015 che viene rilasciato su base continuativa durante tutto l'anno, quando i risultati del raccolto per ciascun paese sono stati finalizzati.

Leggi di più

Report del raccolto "in tempo reale" in tempo reale sul sito Web di Better Cotton

BCI è lieta di annunciare il lancio del nostro Report Vendemmia 2015 ora online sotto forma di mappa interattiva che mostra gli ultimi risultati del raccolto subito dopo che Better Cotton è stato raccolto in un paese.

Better Cotton viene seminato e raccolto in diversi cicli annuali in tutto il mondo, il che significa che i dati sul raccolto diventano disponibili da diverse regioni durante tutto l'anno solare. Quando i risultati del raccolto di un paese sono definitivi, verranno pubblicati sulla mappa del Rapporto sul raccolto 2015 su base continuativa. In precedenza, tutti i risultati di un anno di raccolta venivano raccolti in un unico rapporto che veniva pubblicato alla fine dell'anno successivo. Pubblicando i risultati di Better Cotton in modo tempestivo, avremo più opportunità di condividere i progressi che stiamo facendo per migliorare le condizioni di coltivazione del cotone a livello globale.

Report Vendemmia 2015 è in diretta sul sito web BCI e contiene l'ultimo Harvest Report per l'Australia. Il rapporto rileva che durante la stagione del raccolto 2015, i coltivatori di cotone australiani hanno dovuto affrontare gravi condizioni di siccità in molte aree, che hanno avuto un impatto sulla quantità di acqua disponibile per l'irrigazione. Di conseguenza, gli agricoltori hanno piantato solo il 48% dell'area originariamente prevista (196,698 ettari contro 414,000 ettari). Tuttavia, una combinazione di condizioni di crescita ideali, buone pratiche di gestione agricola e uso di varietà di semi di cotone migliorate ha contribuito a registrare rese fino a 2950 kg (15 balle) per ettaro e una produzione totale di 499,400 tonnellate (56% del raccolto 2014). Le rese medie hanno stabilito un record con 11.5 balle per ettaro, in aumento rispetto al precedente migliore di 10.1 balle.

Il prossimo Harvest Report che uscirà sarà il Mozambico alla fine di aprile.

 

Leggi di più

L'adidas Group, membro pioniere, supera il target Better Cotton 2015

Membro BCI Pioneer adidasha annunciato che nel 2015 l'azienda ha acquistato il 43% di tutto il suo cotone come Better Cotton, superando l'obiettivo del 40% originariamente previsto. Questo segna il volume più alto di cotone sostenibile utilizzato nella storia dell'azienda.

“In qualità di membro pioniere, il Gruppo adidas è stato coinvolto nella Better Cotton Initiative fin dall'inizio. È entusiasmante vedere come Better Cotton stia diventando un prodotto mainstream sostenibile e continueremo ad aumentare la quantità di cotone sostenibile che utilizziamo nei prossimi anni", afferma Frank Henke, VP del gruppo adidas, Affari sociali e ambientali.

Su questa pietra miliare, BCI applaude il successo di adidas e celebra il lavoro di tutti i suoi membri. Ad oggi, BCI ha oltre 700 membri che si approvvigionano e forniscono Better Cotton in tutte le fasi della catena di approvvigionamento tessile. Guidati da un gruppo di organizzazioni all'avanguardia, i membri di BCI possono essere orgogliosi dei loro sforzi per rendere un'alternativa responsabile la norma principale.

“Siamo molto orgogliosi del lavoro che svolgiamo con i nostri membri. Il loro impegno nei confronti di BCI è estremamente importante per noi, poiché aiuta a sostenere il lavoro dei nostri agricoltori e guida la domanda di Better Cotton lungo tutta la catena di approvvigionamento", afferma Paola Geremicca, Direttore del programma BCI di raccolta fondi e comunicazione.

In qualità di membro BCI Pioneer, adidas si è impegnata a reperire il 100% di "cotone più sostenibile" in tutte le categorie di prodotti in tutti i suoi marchi entro il 2018.

Leggi di più

Rilasciato il Rapporto Vendemmia 2014

BCI è lieta di annunciare la pubblicazione del nostro Report Vendemmia 2014. Il rapporto descrive in dettaglio i dati sulla raccolta di Better Cotton a livello globale e di campo nel 2014 e completa la seconda delle due fasi del rapporto per l'anno: la prima è la nostra relazione annuale.

I punti salienti importanti includono:
» 1.2 milioni di agricoltori hanno partecipato al programma di BCI, con un aumento del 79% rispetto al 2013.

» Gli agricoltori BCI hanno prodotto 2 milioni di tonnellate di Better Cotton lint – un aumento del 118% rispetto all'anno precedente.

» Better Cotton ha rappresentato il 7.6% della produzione mondiale di cotone.

» Better Cotton è stato coltivato in 20 paesi in tutto il mondo, cinque in più rispetto al 2013.

» Come esempio dei risultati per paese, i coltivatori di Better Cotton in Pakistan hanno utilizzato il 15% in meno di pesticidi, il 19% in meno di fertilizzanti sintetici, il 18% in meno di acqua e hanno aumentato i loro profitti del 46% rispetto agli agricoltori di confronto.

Siamo estremamente orgogliosi di tutto ciò che abbiamo ottenuto nel 2014. In particolare, i risultati dell'anno hanno confermato la premessa alla base del nostro modello: rese più elevate, minori apporti di pesticidi e fertilizzanti sintetici, con conseguente reddito molto più elevato per i nostri agricoltori. Mentre la stagione 2015 continua, stiamo facendo grandi progressi verso l'affermazione di Better Cotton come un prodotto principale più sostenibile.

Una nota sui tempi: Better Cotton viene seminato e raccolto in diversi cicli annuali in tutto il mondo e, quando si rilasciano i dati, dobbiamo prima raccogliere, controllare e confrontare le informazioni da ogni regione. Per questo motivo, i nostri dati sulla vendemmia 2014 sono pronti per la distribuzione tardiva dell'anno successivo.

Leggi di più

Better Cotton annuncia i risultati del primo anno di pilota statunitense

BCI ha completato un progetto pilota su piccola scala del suo sistema standard negli Stati Uniti nel corso del 2014. Ventidue aziende agricole in quattro stati (Arkansas, Texas, New Mexico e California) hanno preso parte al progetto pilota e insieme hanno prodotto oltre 11,000 tonnellate (26 milioni di libbre) di garza di cotone. Ciascuno degli allevamenti ha completato un'autovalutazione e ha ospitato una visita in azienda da parte di indipendenti, 3rd verificatori di parte per confermare che soddisfano i criteri di BCI per la tutela dell'ambiente e le condizioni di lavoro. Tutti i partecipanti che hanno completato il processo sono ora autorizzati a vendere Better Cotton ai commercianti partecipanti.

Cheryl Luther di Black Oak Gin nell'Arkansas nordorientale ha guidato tre agricoltori attraverso il processo di autorizzazione. Ha detto: "All'inizio ero scettica. Sono stato un sostenitore della sostenibilità per anni e ho capito che i marchi vogliono trasparenza e verifica, ma ho pensato che il processo e le scartoffie sarebbero stati un peso. Alla fine, però, è stato semplice e facile da raccogliere”. Uno dei tre coltivatori di Black Oak, Danny Qualls di Lake City, Arkansas, ha dichiarato: "Adoro coltivare il cotone, ma il mercato ha bisogno di idee più innovative come BCI".

Cannon Michael, proprietario della Bowles Farming Company nella San Joaquin Valley in California, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi del modo in cui trattiamo i nostri dipendenti, ci prendiamo cura dell'ambiente e ci sforziamo di migliorare. Penso che questa opportunità di "metterci alla prova" rispetto a standard e verifiche indipendenti sia un bene per noi e per i nostri clienti". Bowles è una delle sei aziende agricole partecipanti che sono membri di Supima, l'associazione statunitense per la commercializzazione del cotone pima. Il presidente di Supima Jesse Curlee ha fatto eco ai sentimenti di Michael dicendo: "Siamo a bordo per motivi di lavoro molto pratici. Il rivenditore britannico Marks & Spencer è un cliente chiave per noi. Sono anche membri di BCI e l'approvvigionamento di Better Cotton è una componente chiave della loro strategia di sostenibilità aziendale".

Il CEO di BCI Patrick Laine ha aggiunto: “Siamo lieti della collaborazione e degli sforzi dei coltivatori di cotone negli Stati Uniti per portare US Better Cotton nella catena di approvvigionamento. Questo risponde a una richiesta di molti marchi globali. I primi volumi di US Better Cotton per raggiungere il mercato sono stati acquistati immediatamente e intendiamo soddisfare tale domanda nei prossimi anni espandendo l'offerta di US Better Cotton. Questo è un inizio estremamente positivo e non vediamo l'ora di lavorare con più Stati Uniti agricoltori su pratiche di miglioramento continuo che sono direttamente rilevanti per le loro attività”.

Nel Texas occidentale, dodici membri della Hart Producers Coop Gin hanno partecipato al progetto. Il manager di Gin Todd Straley ha dichiarato: "Vediamo questo come un ottimo modo per stare al passo con i tempi, essendo reattivi alle mutevoli aspettative del mercato e dimostrando l'impegno dei nostri coltivatori per la sostenibilità e il miglioramento continuo".

BCI lavora in altre regioni del mondo in cui si coltiva il cotone dal 2010 per promuovere miglioramenti misurabili e continui per l'ambiente, le comunità agricole e le loro economie. L'anno scorso, spinti dal forte interesse dei principali marchi e rivenditori che utilizzano Better Cotton come punto di riferimento dell'offerta, abbiamo scelto di espandere la nostra attenzione per includere gli Stati Uniti.

BCI convocherà un processo multi-stakeholder all'inizio del nuovo anno per rivedere le lezioni apprese durante il pilota e ricevere feedback da tutte le parti coinvolte in questo progetto o interessate allo sviluppo di BCI.

 

Leggi di più

Rapporto sulla raccolta di Better Cotton 2013 ora disponibile per il download in cinese e francese

Siamo molto lieti di annunciare la pubblicazione del Rapporto Raccolto BCI 2013 in cinese e in francese. In risposta al feedback dei nostri membri, riportiamo per la prima volta i dati sui nostri raccolti, a livello globale e nazionale, in altre lingue. Questi rapporti sono un contributo chiave nel rendere Better Cotton accessibile a un mercato globale. Visita il nostro Pagina web delle relazioni annuali per scaricare e condividere i report.

La versione in lingua inglese dell'Harvest Report 2013 è stata pubblicata a settembre.

Alcuni punti salienti includono:

» Quasi 680,000 agricoltori hanno soddisfatto lo standard per ottenere una licenza per coltivare Better Cotton. Si tratta di un aumento del 400% rispetto allo scorso anno grazie ai grandi progressi compiuti nelle partnership globali di successo.
» Sono state prodotte 905,000 tonnellate di Better Cotton, incluse quelle prodotte secondo due nuovi standard di riferimento: il cotone prodotto in Africa (CmiA) e lo standard ABR in Brasile.
» Better Cotton è stato prodotto in 15 paesi in tutto il mondo.
» Sono stati condotti studi di casi indipendenti in Cina e Mali, compreso il feedback qualitativo degli stessi agricoltori sui cambiamenti più significativi che hanno visto da quando sono entrati a far parte del movimento Better Cotton.

Better Cotton viene seminato e raccolto in diversi cicli annuali in tutto il mondo, il che significa che forniamo i risultati di un raccolto in ritardo nell'anno successivo quando tutti i dati sono stati raccolti, controllati e raccolti.

Siamo incredibilmente orgogliosi di tutto ciò che abbiamo ottenuto entrando nella nostra fase di espansione nel 2013, e mentre la stagione 2014 continua stiamo facendo grandi progressi per rendere Better Cotton un prodotto mainstream più sostenibile.

Leggi di più

Pubblicato il rapporto sulla sostenibilità di VF e il video Better Cotton

Il membro del Better Cotton Fast Track Program, VF, ha recentemente pubblicato il suo report completo sulla sostenibilità online, citando il suo impegno per Better Cotton nel discorso di apertura di Eric Wiseman (CEO). Clicca qui per leggere il loro impegno per una produzione di cotone più responsabile e guardare il video appena pubblicato da VF sul nostro canale Vimeo con il Country Manager di BCI China, Sherry Wu:vimeo.com/bettercotton

VF acquista ogni anno circa l'1% del cotone mondiale, che richiede terreni circa 32 volte più grandi dell'isola di Manhattan, New York, per soddisfare i propri ordini. Il loro impegno nei confronti di BCI significa che i coltivatori di cotone che coltivano parte di quella terra imparano a coltivare il cotone in un modo che si prende cura dell'ambiente, secondo i principi di produzione BCI.

Brad van Voorhees (VF Supply Chain Sustainability) afferma: "VF si è allineata con la Better Cotton Initiative poiché riteniamo che sia la soluzione migliore per affrontare le questioni ambientali e sociali associate alla produzione di una delle nostre materie prime più importanti".

Leggi di più

Pubblicato il rapporto sul raccolto di Better Cotton 2013

Siamo molto lieti di annunciare la pubblicazione del Rapporto vendemmia 2013 BCI. Questo rapporto descrive in dettaglio i nostri dati di raccolto a livello globale e di campo e completa la seconda delle due fasi del rapporto per il 2013, la prima è la nostra relazione annuale.

Alcuni punti salienti includono:

» Quasi 680,000 agricoltori hanno soddisfatto lo standard per ottenere una licenza per coltivare Better Cotton. Si tratta di un aumento del 400% rispetto allo scorso anno grazie ai grandi progressi compiuti nelle partnership globali di successo.
» Sono state prodotte 905,000 tonnellate di Better Cotton, incluse quelle prodotte secondo due nuovi standard di riferimento: il cotone prodotto in Africa (CmiA) e lo standard ABR in Brasile.
» Better Cotton è stato prodotto in 15 paesi in tutto il mondo.
» Sono stati condotti studi di casi indipendenti in Cina e Mali, compreso il feedback qualitativo degli stessi agricoltori sui cambiamenti più significativi che hanno visto da quando sono entrati a far parte del movimento Better Cotton.

Better Cotton viene seminato e raccolto in diversi cicli annuali in tutto il mondo, il che significa che forniamo i risultati di un raccolto in ritardo nell'anno successivo quando tutti i dati sono stati raccolti, controllati e raccolti.

Siamo incredibilmente orgogliosi di tutto ciò che abbiamo ottenuto entrando nella nostra fase di espansione nel 2013, e mentre la stagione 2014 continua stiamo facendo grandi progressi per rendere Better Cotton un prodotto mainstream più sostenibile. Se desideri saperne di più, vai alla nostra pagina dei rapporti annuali di cliccando qui.

Leggi di più

Condividi questa pagina