Esplorazione della tracciabilità: cosa stiamo facendo per rendere migliore la tracciabilità del cotone

La Better Cotton Initiative è stata fondata con una chiara visione di rendere le pratiche sostenibili nella produzione di cotone la norma in tutto il mondo. Per avere un impatto così grande, la chiave è stata la rapida scalabilità del nostro programma. Con questo in mente, abbiamo creato un framework di Chain of Custody (CoC) che incorpora il concetto di "bilancio di massa” – un sistema di monitoraggio del volume ampiamente utilizzato che consente di sostituire o miscelare Better Cotton con cotone convenzionale a condizione che i volumi equivalenti provengano da Better Cotton.

Oggi, BCI è il più grande programma di sostenibilità del cotone al mondo, con oltre 10,000 attori della catena di approvvigionamento che utilizzano la nostra Better Cotton Platform. Il bilancio di massa ha consentito la rapida crescita della quantità di cotone proveniente da Better Cotton, facilitando allo stesso tempo gli agricoltori ad attuare pratiche migliori per produrre in modo più sostenibile. Ma mentre il nostro mondo progredisce, riconosciamo che è tempo di esplorare andando oltre questo modello CdC di bilancio di massa per offrire una tracciabilità completa e un valore ancora maggiore agli agricoltori e alle aziende Better Cotton.

La crescente domanda di tracciabilità

Cosa intendiamo esattamente per "tracciabilità"? Sebbene ci siano molti modelli diversi per l'implementazione e l'uso, essenzialmente il principio è nel nome: la "capacità di tracciare" qualcosa. Nel nostro caso, cotone. Per Better Cotton, ciò significa che, come minimo, cerchiamo di determinare la regione in cui è stato prodotto il cotone da seme e identificare le imprese coinvolte nella sua trasformazione in un prodotto finito.

Questo non è mai stato così importante come lo è ora. Poiché la legislazione che richiede alle aziende di dimostrare la conoscenza delle loro catene di approvvigionamento sta diventando sempre più comune in tutto il mondo, alle aziende non viene chiesto solo di saperne di più sulle origini dei loro materiali, ma anche sulle condizioni in cui vengono prodotti. La crescente attenzione dei media e degli accademici sulle questioni geopolitiche, compreso il trattamento dei musulmani uiguri nell'area cinese dello Xinjiang, ha ulteriormente dimostrato che il luogo di produzione e la sostenibilità sono strettamente interconnessi.

Dato questo ambiente operativo in rapida evoluzione, i rivenditori e i marchi devono integrare sia la sostenibilità e tracciabilità nelle loro pratiche commerciali standard. BCI offre già alle aziende un modo potente per supportare pratiche agricole sostenibili e mezzi di sussistenza degli agricoltori, e ora stiamo concentrando la nostra attenzione anche sul rendere più tracciabili le catene di approvvigionamento del cotone.

Vantaggi della tracciabilità

Fino ad ora, i costi rispetto ai benefici dello sviluppo di un sistema di tracciabilità per Better Cotton hanno impedito questo lavoro, ma poiché la bilancia va nella direzione opposta, siamo in una posizione privilegiata per implementare un sistema di tracciabilità globale per soddisfare le esigenze dei membri e supportarci nel realizzare la nostra missione.

Ciò è dovuto allo spostamento di significato dei benefici offerti dalla tracciabilità, che in tutti e tre i principali ambiti stanno aumentando ad ogni livello della filiera:

  • Efficienza: contributi nella rendicontazione delle parti interessate, gestione dell'inventario e della merce, abilitazione strategica dell'approvvigionamento, controllo dei processi e gestione dei dati
  • Gestione del rischio: contributi alla conformità normativa, monitoraggio dell'impatto, pianificazione di emergenza, previsione
  • Innovazione: contributi al coinvolgimento dei consumatori, economia circolare e rivendita, collaborazione, automazione e miglioramento dei processi, comunità di pratica e apprendimento, analisi del mercato

Una maggiore visibilità delle catene di approvvigionamento significa anche che i rivenditori e i marchi possono assumersi maggiori responsabilità e lavorare per affrontare eventuali problemi che possono incontrare, come lavoro forzato, cattive pratiche agricole e altro ancora.

Sfide per l'implementazione della tracciabilità

Implementare la tracciabilità non è un'impresa facile. Non si tratta semplicemente di ampliare i processi esistenti: sebbene possiamo utilizzare la partecipazione esistente dei membri della Better Cotton Platform come trampolino di lancio, lo sviluppo di una tracciabilità completa richiederà investimenti sostanziali, soprattutto perché lavoriamo per muoverci rapidamente su questi sviluppi.

Sfide principali

  • Risorse addizionali: Ciò include, per gli attori della catena di approvvigionamento, le spese per lo sviluppo di sistemi di controllo interno, potenziali implicazioni sui costi derivanti da una fornitura limitata quando molte aziende richiedono contemporaneamente cotone tracciabile e significativi requisiti di risorse associate per BCI. Anche un livello più elevato di garanzia della catena di approvvigionamento ha un costo, poiché la verifica delle origini esatte di un capo richiede molti più controlli e controlli.
  • Problemi di approvvigionamento e proprietà intellettuale: Creare le giuste miscele di filati e tessuti spesso richiede l'approvvigionamento da diversi paesi di origine, rendendo molto improbabile l'idea di "risalente alla fattoria" e che si tratti di una sola fattoria, o addirittura di un paese. Le preoccupazioni sulla protezione della proprietà intellettuale aggiungono un altro livello di complessità.
  • Allineamento con i sistemi di tracciabilità esistenti: Molte aziende e altre iniziative hanno iniziato a sviluppare i propri sistemi di tracciabilità. Il sistema che svilupperemo dovrà allinearsi ed eventualmente interfacciarsi con i sistemi di tracciabilità esistenti, dalle aziende, per diverse soluzioni tecnologiche e programmi del paese di origine, che richiederanno una grande collaborazione e coordinamento.
  • Supporto completo per i membri: Ultimo, ma certamente non meno importante, dobbiamo garantire il supporto di tutte le categorie di membri BCI per portare avanti i nostri piani di tracciabilità.

Cosa stiamo facendo adesso

A luglio 2020 abbiamo avuto la prima riunione del nostro nuovo multi-stakeholder Gruppo consultivo della catena di custodiae hanno iniziato a ricevere input sui requisiti prioritari e sulle domande chiave. Stiamo anche cercando finanziamenti per la prima fase e questa settimana abbiamo avviato l'assunzione di ulteriori risorse di personale per svolgere questo lavoro.

Con i vantaggi e le sfide della creazione di un sistema di tracciabilità Better Cotton, abbiamo sviluppato un piano di alto livello per andare avanti in quattro fasi distinte:

  • Configurazione e pianificazione
  • Sviluppo e pilotaggio
  • Coinvolgimento degli stakeholder e roll-out
  • Monitoraggio della conformità e mantenimento delle prestazioni

Con i giusti finanziamenti e risorse, prevediamo che una soluzione potrebbe essere pronta già nel 2022, dopo il pilotaggio alla fine del 2021.

Mentre ci addentriamo nella prima fase della pianificazione, ci stiamo consultando con altri membri e parti interessate per identificare i requisiti della soluzione, inclusi elementi di dati chiave, interfacce, modelli operativi, accordi di finanziamento e strutture di governance. Stiamo anche facendo un budget dettagliato e un piano di progetto. Sulla base del feedback delle parti interessate, dei finanziamenti disponibili e della probabilità di successo a lungo termine, determineremo quindi quale linea di azione intraprenderemo, con la consapevolezza di aver esplorato le opzioni in collaborazione con i nostri membri.

Unisciti a noi mentre costruiamo sul bilancio di massa per offrire più valore

Mentre stiamo lavorando su questo nuovo modello CdC tracciabile, è importante notare che non ci stiamo liberando del tutto del nostro attuale sistema di bilancio di massa. Il bilancio di massa ha un ruolo importante da svolgere nel raggiungere una scala di sostenibilità per le aziende e gli agricoltori di tutto il mondo. Vogliamo semplicemente costruire su questa base per offrire ai nostri rivenditori e ai membri del marchio una maggiore visibilità dell'intera catena di approvvigionamento, per coloro che lo desiderano, il che alla fine ci avvicina alla nostra visione di rendere la sostenibilità nel cotone la norma.

Ora è il momento di iniziare questo lavoro. Esamineremo i membri e le altre parti interessate nel nuovo anno: fai attenzione a questi inviti e condividi il tuo contributo. Questa settimana stiamo anche iniziando il reclutamento per supportare questo lavoro: tieni d'occhio il Lavori alla pagina BCI.

Leggi di più

Better Cotton lancia il nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia

Il mese scorso, la Better Cotton Initiative (BCI) ha lanciato il suo nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia.

Lo scopo del nuovo gruppo consultivo è fornire consulenza sullo sviluppo della Better Cotton Chain of Custody, il quadro chiave che collega la domanda con l'offerta di Better Cotton e aiuta a incentivare i coltivatori di cotone ad adottare pratiche più sostenibili.

Composto da membri BCI e non membri, il gruppo consultivo garantirà che qualsiasi nuovo sviluppo della catena di custodia sia commercialmente rilevante, fattibile e attraente per l'adesione multi-stakeholder di BCI.

Membri del gruppo consultivo della catena di custodia

Rivenditori e marchi

  • Karen Perry | John Lewis & Partners
  • Ethan Barr | Obbiettivo
  • Syed Rizwan Vajahat | IKEA
  • tedesco Garcia | Inditex

Fornitori, produttori e commercianti

  • Filippo Saner | Paul Reinhart AG
  • Besim Ozek | Bossa Sanayi e Ticaret Isletmeleri TAS
  • Fawzia Yasmeen | Pahartali Textile and Calze Mills

Organizzazione del produttore

  • Todd Straley | Coltivatori di cotone Quarterway

Società civile

  • Melissa Ho & Anis Ragland | WWF

Non soci

  • Amina Ang | RSPO
  • Chuck Rogers | Servizi per i prodotti di consumo di Bureau Veritas

Sebbene non sia un organo decisionale, il gruppo fornirà consulenza strategica al team di appartenenza e supply chain di BCI e consentirà discussioni più mirate sulla catena di custodia Better Cotton.

"È un gruppo così diversificato e i membri hanno una vasta gamma di competenze ed esperienze. Siamo entusiasti di lavorare insieme per contribuire a plasmare il futuro della Better Cotton Chain of Custody.” – Joyce Lam, Responsabile dell'integrità della catena di fornitura, BCI.

Per saperne di più sulla Migliore catena di custodia del cotone.

Leggi di più

Better Cotton pubblica linee guida riviste sulla catena di custodia

La Better Cotton Initiative (BCI) ha lanciato una versione rivista delle linee guida della catena di custodia Better Cotton.

Linee guida della catena di custodia V1.4

La Better Cotton Chain of Custody (CoC) è il quadro chiave che collega la domanda con l'offerta di Better Cotton e aiuta a incentivare i coltivatori di cotone ad adottare pratiche più sostenibili. Le Linee guida CdC incorporano due diversi modelli di catena di custodia: la segregazione del prodotto tra l'allevamento e il gin e il bilancio di massa dopo il livello di gin.

Le ultime revisioni delle Linee Guida CdC si sono concentrate principalmente sulla rimozione dei requisiti CdC obsoleti, sul chiarimento e sul rafforzamento dei requisiti esistenti, sulla risoluzione di qualsiasi linguaggio ambiguo e sulla ristrutturazione del layout del documento. Le Linee guida CdC V1.4 aggiornate ora definiscono e distinguono chiaramente anche tra requisiti obbligatori e guida alle migliori pratiche.

È importante sottolineare che i requisiti di base della catena di custodia non sono cambiati: BCI richiede ancora un modello di segregazione del prodotto in atto tra l'azienda agricola e il livello di sgranatura (cioè Better Cotton deve essere tenuto separato dal cotone convenzionale) e un modello di catena di custodia di bilancio di massa è applicabile dopo livello di gin. Maggiori informazioni su questi modelli e requisiti per le diverse organizzazioni della catena di approvvigionamento sono disponibili nelle Linee guida CoC.

Le linee guida riviste sostituiscono la precedente V1.3 e entreranno in vigore a partire dal 1 agosto 2020, ovvero l'inizio della stagione internazionale del cotone dell'ICAC. Per ulteriori informazioni, leggere il FAQ e sintesi delle principali modifiche documenti.

Scopri di più sulla catena di custodia Better Cotton sul Sito web BCI.

Leggi di più

Il cotone sostenibile raggiunge il 22% della produzione globale mentre 2.3 milioni di agricoltori ricevono una formazione su pratiche agricole migliorate

 
Oggi, la Better Cotton Initiative (BCI) ha lanciato la sua relazione annuale 2019. Nel rapporto, BCI condivide che Better Cotton, il cotone prodotto da agricoltori BCI autorizzati in linea con i principi e i criteri Better Cotton dell'iniziativa, rappresenta ora 22% della produzione mondiale di cotone*.

Nella stagione del cotone 2018-19, insieme a partner di implementazione esperti sul campo e con il supporto di più di 1,800 membri, BCI ha fornito formazione su pratiche agricole più sostenibili per 2.3 milioni di coltivatori di cotone – 2.1 milioni hanno ottenuto una licenza per vendere Better Cotton. Ciò ha portato il volume di cotone prodotto in modo più sostenibile disponibile sul mercato globale a un nuovo livello.

All'estremità opposta della catena di approvvigionamento, i rivenditori e i membri del marchio di BCI hanno raggiunto un traguardo significativo alla fine del 2019, acquistando più di 1.5 milioni di tonnellate di Better Cotton ¬≠– un record per BCI. Si tratta di un aumento del 40% rispetto al 2018 e invia un chiaro segnale al mercato che Better Cotton sta diventando un prodotto mainstream sostenibile. Un migliore assorbimento del cotone ora rappresenta 6% della produzione mondiale di cotone.

"È particolarmente piacevole condividere i progressi che BCI sta facendo, grazie agli sforzi concertati dei nostri membri, partner e altre parti interessate, verso i nostri obiettivi per il 2020. Con altre due stagioni del cotone (2019-20 e 2020-21) entro le quali fare ulteriori progressi a livello di campo, ci impegniamo non solo a continuare a fornire cambiamenti benefici a livello di campo, ma anche a imparare dall'esperienza e ad adattarci per diventare più efficace. Non sappiamo ancora quanto ci avvicineremo ai nostri obiettivi per il 2020 e stiamo ancora valutando l'impatto dell'attuale pandemia di Covid-19 sui nostri sforzi. Ma una cosa è certa, abbiamo fatto progressi significativi e innegabili negli ultimi 10 anni e sono molti i successi da festeggiare.” – Alan McClay, CEO, BCI.

Punti salienti del rapporto 2019

  • Better Cotton è stato coltivato in 23 paesi nella stagione del cotone 2018-19.
  • Gli agricoltori BCI autorizzati hanno prodotto 5.6 milioni di tonnellate di Better Cotton. È abbastanza cotone per fare circa 8 miliardi di paia di jeans, un paio ciascuno per ogni persona nel mondo.
  • Better Cotton rappresenta ora il 22% della produzione mondiale di cotone.
  • BCI e i suoi 76 partner sul campo hanno fornito formazione e supporto a un totale di 2.3 milioni di agricoltori.
  • 2.1 milioni di coltivatori di cotone hanno ricevuto una licenza BCI per vendere il loro cotone come Better Cotton: il 99% sono piccoli proprietari che coltivano su meno di 20 ettari.
  • Il rivenditore BCI e i membri del marchio hanno acquistato 1.5 milioni di tonnellate di cotone come Better Cotton nel 2019, un volume record.
  • La diffusione di Better Cotton rappresenta ora il 6% della produzione mondiale di cotone.
  • BCI ha accolto più di 400 nuovi membri nel 2019.
  • Alla fine dell'anno, BCI contava 1,842 membri in cinque categorie di appartenenza, con un aumento del 29% rispetto al 2018.

Accedi all'interattivo Rapporto annuale BCI 2019 per saperne di più sui nostri successi, le sfide e i progressi che stiamo facendo verso i nostri obiettivi per il 2020.

*La percentuale è stata calcolata utilizzando i dati di produzione globale 2019 di ICAC.

Leggi di più

Better Cotton crea un nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia: candidati ora

 
Mentre BCI sviluppa la sua strategia per il 2030 e gli obiettivi per il prossimo decennio, oltre ad approfondire l'impatto di BCI a livello di campo, l'attenzione rimane sul ridimensionamento della produzione e dell'approvvigionamento sostenibili di Better Cotton, il cotone coltivato da agricoltori BCI autorizzati in linea con il Better Cotton Principi e criteri.

Nell'ambito di quest'area target, BCI prenderà in considerazione l'attuale Better Cotton Chain of Custody (CoC), che costituisce il quadro chiave che collega l'offerta con la domanda di Better Cotton e aiuta a incentivare i coltivatori di cotone ad adottare pratiche più sostenibili.

Il Better Cotton CoC attualmente incorpora due diversi modelli di catena di custodia: la segregazione del prodotto all'inizio della catena di approvvigionamento (dalla fattoria al gin) e il bilancio di massa dopo la fase di sgranatura*. In futuro, BCI valuterà se può fornire una gamma più ampia di opzioni di catena di custodia per tutti gli attori della catena di approvvigionamento Better Cotton, sia membri BCI che non membri.

Lo scopo del nuovo gruppo consultivo della catena di custodia basato sui membri di BCI è fornire consulenza sullo sviluppo del Better Cotton CoC, compresi progetti e attività come visite di monitoraggio e audit della catena di approvvigionamento nei principali paesi produttori di Better Cotton.

Composto da membri BCI e non membri, il gruppo consultivo assicurerà che qualsiasi nuovo sviluppo della catena di custodia sia commercialmente rilevante, fattibile e attraente per l'adesione multi-stakeholder di BCI. Sebbene non sia un organo decisionale per l'organizzazione, il gruppo fornirà consulenza strategica e consentirà discussioni più mirate sul Better Cotton CoC.

BCI desidera invitare le parti interessate a unirsi al nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia per contribuire a plasmare il futuro di BCI.

Scarica l'applicazione modulo.

È possibile trovare ulteriori informazioni di base, dettagli sull'ambito di lavoro del gruppo consultivo e i termini di riferimento qui.

La scadenza per presentare domanda per il gruppo consultivo sulla catena di custodia è venerdì 8 maggio 2020.

Si prega di contattare Joyce Lam, responsabile dell'integrità della catena di fornitura di BCI, all'indirizzo [email protected] se vuoi partecipare, o se hai bisogno di ulteriori informazioni.

*Nel metodo di segregazione, lo scopo è garantire che Better Cotton non venga mischiato o sostituito con cotone convenzionale tra la fattoria e il gin. Nell'approccio del bilancio di massa, l'obiettivo è garantire che la quantità di Better Cotton acquistata non superi la quantità di Better Cotton venduta. Scopri di più sulla catena di custodia Better Cotton qui.

Leggi di più

Condividi questa pagina