Better Cotton riunisce i marchi di moda globali per garantire la tracciabilità del cotone

Il nuovo pannello di tracciabilità investe oltre 1 milione di sterline in innovazioni nella catena di approvvigionamento.

Better Cotton ha convocato un gruppo di importanti rivenditori e marchi internazionali per consentire la fornitura di nuove soluzioni di tracciabilità e dare maggiore visibilità alla catena di approvvigionamento del cotone. Questi includono nomi come Marks & Spencer (M&S), Zalando e BESTSELLER.

Il panel ha raccolto una prima tranche di finanziamento di 1 milione di sterline. Lavorerà con fornitori, ONG ed esperti indipendenti nell'assicurazione della catena di approvvigionamento per sviluppare un approccio che soddisfi le pressanti esigenze dell'industria odierna.

La tracciabilità all'interno della filiera del cotone diventerà presto un "must" del mercato con i legislatori di entrambe le sponde dell'Atlantico che si stanno muovendo per inasprire le regole. Le nuove regole presentate a marzo dalla Commissione europea mirano a proteggere meglio i consumatori dalle false affermazioni ambientali e a introdurre il divieto di greenwashing.

Ad esempio, i venditori non potranno apporre un'etichetta di sostenibilità sul proprio prodotto se non vi è alcuna certificazione o riconoscimento da parte di un'autorità pubblica per questo. Vieta inoltre ai venditori di fare affermazioni ambientali generiche come "ecocompatibili" o "verdi" se non possono dimostrare le prestazioni ambientali.

Molti rivenditori di moda semplicemente non sanno da dove viene il cotone nei loro vestiti. Le ragioni per non sapere sono numerose e, in molti casi, legittime. Questo pannello di tracciabilità è un passo importante per affrontare le ragioni alla base di questa incapacità di risalire alla fonte. Intendiamo affrontare direttamente i problemi di approvvigionamento e proprietà intellettuale. Una maggiore garanzia della catena di approvvigionamento ha un costo, poiché la verifica dell'origine esatta di un indumento richiede più controlli e controlli, quindi l'investimento di risorse aggiuntive sarà fondamentale.

Il comitato per la tracciabilità del cotone migliore affronterà tutti gli aspetti della filiera del cotone, dagli agricoltori sul campo alla produzione fino al consumatore. Better Cotton ha finora raccolto input da oltre 1,500 organizzazioni che hanno chiarito che la tracciabilità è fondamentale per l'azienda in tutto il settore, ma anche che i rivenditori e i marchi devono integrare la sostenibilità e tracciabilità nelle loro pratiche commerciali standard. I risultati di questa ricerca hanno evidenziato che l'84% ha indicato un'esigenza aziendale di sapere dove veniva coltivato il cotone nei loro prodotti. Infatti, 4 fornitori su 5 intervistati hanno cercato di beneficiare di un sistema di tracciabilità migliorato. Attualmente solo il 15% delle aziende di abbigliamento afferma di avere piena visibilità delle materie prime che entrano nei loro prodotti secondo un recente studio di KPMG.

Avendo lavorato in collaborazione con Better Cotton per oltre un decennio, in M&S siamo stati in prima linea nell'approvvigionamento di cotone più responsabile. Abbiamo rispettato il nostro impegno di raggiungere il 100% di cotone proveniente da fonti responsabili nei nostri capi di abbigliamento nel 2019, ma c'è ancora del lavoro da fare per migliorare la tracciabilità. Siamo orgogliosi di far parte del gruppo di tracciabilità di Better Cotton, che contribuirà ad accelerare ulteriormente i progressi nel settore.

Nello specifico, Better Cotton e il nuovo panel forniranno investimenti sostanziali per:

  • Sviluppare ulteriormente le disposizioni esistenti per la tracciabilità dall'azienda agricola al gin per sostenere la tracciabilità fisica
  • Per renderlo possibile, sfrutta la sua piattaforma commerciale esistente per monitorare il movimento di un quarto del cotone mondiale attraverso 8000 organizzazioni. Tracciare completamente il cotone che entra nel sistema entro pochi anni. 
  • Utilizzare diverse soluzioni tecnologiche e accordi di credibilità per distinguere chiaramente il paese di origine inizialmente e le pratiche ambientali e sociali dei coltivatori alla fine.
  • Creare nuovi meccanismi di mercato che portino valore agli agricoltori, ad esempio premiandoli per il sequestro del carbonio.
  • Concentrarsi sugli agricoltori, grandi e piccoli, che forniscono formazione, garantiscono condizioni di lavoro adeguate, li aiutano ad accedere a finanziamenti preferenziali e garantiscono la loro capacità di entrare nelle catene del valore internazionali.

I consumatori di moda richiedono sempre più di conoscere la provenienza dei loro acquisti e in Zalando miriamo a offrire questo livello di trasparenza più profondo ai nostri clienti. Siamo tutti consapevoli della complessità di questo problema all'interno del nostro settore e iniziative come il pannello di tracciabilità Better Cotton contribuiranno ad accelerare i progressi, con azioni a sostegno della crescita sostenibile del business per tutta la catena di approvvigionamento. Ciò include la definizione di obiettivi ambiziosi e la garanzia che vengano attuati tempestivamente.

Better Cotton e i suoi partner hanno anche formato oltre 2.5 milioni di agricoltori in 25 paesi, avendo raccolto 99 milioni di euro dal 2010 per finanziare lo sviluppo delle capacità e altre attività sul campo. Si prevede che questo aumenterà a poco più di 125 milioni di euro entro la stagione 2021-22.

Scopri di più sul percorso di tracciabilità di Better Cotton.

I membri di Better Cotton possono partecipare alla nostra prossima serie di webinar sulla tracciabilità, che inizierà il 26 maggio. Registrati qui.

Leggi di più

Better Cotton lancia il nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia

Il mese scorso, la Better Cotton Initiative (BCI) ha lanciato il suo nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia.

Lo scopo del nuovo gruppo consultivo è fornire consulenza sullo sviluppo della Better Cotton Chain of Custody, il quadro chiave che collega la domanda con l'offerta di Better Cotton e aiuta a incentivare i coltivatori di cotone ad adottare pratiche più sostenibili.

Composto da membri BCI e non membri, il gruppo consultivo garantirà che qualsiasi nuovo sviluppo della catena di custodia sia commercialmente rilevante, fattibile e attraente per l'adesione multi-stakeholder di BCI.

Membri del gruppo consultivo della catena di custodia

Rivenditori e marchi

  • Karen Perry | John Lewis & Partners
  • Ethan Barr | Obbiettivo
  • Syed Rizwan Vajahat | IKEA
  • tedesco Garcia | Inditex

Fornitori, produttori e commercianti

  • Filippo Saner | Paul Reinhart AG
  • Besim Ozek | Bossa Sanayi e Ticaret Isletmeleri TAS
  • Fawzia Yasmeen | Pahartali Textile and Calze Mills

Organizzazione del produttore

  • Todd Straley | Coltivatori di cotone Quarterway

Società civile

  • Melissa Ho & Anis Ragland | WWF

Non soci

  • Amina Ang | RSPO
  • Chuck Rogers | Servizi per i prodotti di consumo di Bureau Veritas

Sebbene non sia un organo decisionale, il gruppo fornirà consulenza strategica al team di appartenenza e supply chain di BCI e consentirà discussioni più mirate sulla catena di custodia Better Cotton.

"È un gruppo così diversificato e i membri hanno una vasta gamma di competenze ed esperienze. Siamo entusiasti di lavorare insieme per contribuire a plasmare il futuro della Better Cotton Chain of Custody.” – Joyce Lam, Responsabile dell'integrità della catena di fornitura, BCI.

Per saperne di più sulla Migliore catena di custodia del cotone.

Leggi di più

Better Cotton pubblica linee guida riviste sulla catena di custodia

La Better Cotton Initiative (BCI) ha lanciato una versione rivista delle linee guida della catena di custodia Better Cotton.

Linee guida della catena di custodia V1.4

La Better Cotton Chain of Custody (CoC) è il quadro chiave che collega la domanda con l'offerta di Better Cotton e aiuta a incentivare i coltivatori di cotone ad adottare pratiche più sostenibili. Le Linee guida CdC incorporano due diversi modelli di catena di custodia: la segregazione del prodotto tra l'allevamento e il gin e il bilancio di massa dopo il livello di gin.

Le ultime revisioni delle Linee Guida CdC si sono concentrate principalmente sulla rimozione dei requisiti CdC obsoleti, sul chiarimento e sul rafforzamento dei requisiti esistenti, sulla risoluzione di qualsiasi linguaggio ambiguo e sulla ristrutturazione del layout del documento. Le Linee guida CdC V1.4 aggiornate ora definiscono e distinguono chiaramente anche tra requisiti obbligatori e guida alle migliori pratiche.

È importante sottolineare che i requisiti di base della catena di custodia non sono cambiati: BCI richiede ancora un modello di segregazione del prodotto in atto tra l'azienda agricola e il livello di sgranatura (cioè Better Cotton deve essere tenuto separato dal cotone convenzionale) e un modello di catena di custodia di bilancio di massa è applicabile dopo livello di gin. Maggiori informazioni su questi modelli e requisiti per le diverse organizzazioni della catena di approvvigionamento sono disponibili nelle Linee guida CoC.

Le linee guida riviste sostituiscono la precedente V1.3 e entreranno in vigore a partire dal 1 agosto 2020, ovvero l'inizio della stagione internazionale del cotone dell'ICAC. Per ulteriori informazioni, leggere il FAQ e sintesi delle principali modifiche documenti.

Scopri di più sulla catena di custodia Better Cotton sul Sito web BCI.

Leggi di più

Better Cotton crea un nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia: candidati ora

 
Mentre BCI sviluppa la sua strategia per il 2030 e gli obiettivi per il prossimo decennio, oltre ad approfondire l'impatto di BCI a livello di campo, l'attenzione rimane sul ridimensionamento della produzione e dell'approvvigionamento sostenibili di Better Cotton, il cotone coltivato da agricoltori BCI autorizzati in linea con il Better Cotton Principi e criteri.

Nell'ambito di quest'area target, BCI prenderà in considerazione l'attuale Better Cotton Chain of Custody (CoC), che costituisce il quadro chiave che collega l'offerta con la domanda di Better Cotton e aiuta a incentivare i coltivatori di cotone ad adottare pratiche più sostenibili.

Il Better Cotton CoC attualmente incorpora due diversi modelli di catena di custodia: la segregazione del prodotto all'inizio della catena di approvvigionamento (dalla fattoria al gin) e il bilancio di massa dopo la fase di sgranatura*. In futuro, BCI valuterà se può fornire una gamma più ampia di opzioni di catena di custodia per tutti gli attori della catena di approvvigionamento Better Cotton, sia membri BCI che non membri.

Lo scopo del nuovo gruppo consultivo della catena di custodia basato sui membri di BCI è fornire consulenza sullo sviluppo del Better Cotton CoC, compresi progetti e attività come visite di monitoraggio e audit della catena di approvvigionamento nei principali paesi produttori di Better Cotton.

Composto da membri BCI e non membri, il gruppo consultivo assicurerà che qualsiasi nuovo sviluppo della catena di custodia sia commercialmente rilevante, fattibile e attraente per l'adesione multi-stakeholder di BCI. Sebbene non sia un organo decisionale per l'organizzazione, il gruppo fornirà consulenza strategica e consentirà discussioni più mirate sul Better Cotton CoC.

BCI desidera invitare le parti interessate a unirsi al nuovo gruppo consultivo sulla catena di custodia per contribuire a plasmare il futuro di BCI.

Scarica l'applicazione modulo.

È possibile trovare ulteriori informazioni di base, dettagli sull'ambito di lavoro del gruppo consultivo e i termini di riferimento qui.

La scadenza per presentare domanda per il gruppo consultivo sulla catena di custodia è venerdì 8 maggio 2020.

Si prega di contattare Joyce Lam, responsabile dell'integrità della catena di fornitura di BCI, all'indirizzo [email protected] se vuoi partecipare, o se hai bisogno di ulteriori informazioni.

*Nel metodo di segregazione, lo scopo è garantire che Better Cotton non venga mischiato o sostituito con cotone convenzionale tra la fattoria e il gin. Nell'approccio del bilancio di massa, l'obiettivo è garantire che la quantità di Better Cotton acquistata non superi la quantità di Better Cotton venduta. Scopri di più sulla catena di custodia Better Cotton qui.

Leggi di più

Migliori problemi di cotone Linee guida della catena di custodia riviste

BCI ha rilasciato una versione rivista delle linee guida della catena di custodia Better Cotton (v1.3) il 1 maggio 2018. Questo documento sostituisce la precedente v1.2 e entrerà in vigore entro il 1 agosto 2018. La revisione ha incorporato per lo più modifiche minori, come la rimozione contenuti obsoleti, chiarire i requisiti esistenti e aggiungere nuove sezioni di orientamento. La versione aggiornata include anche maggiori informazioni sul monitoraggio della catena di approvvigionamento e sanzioni in caso di non conformità.

Le linee guida CdC riviste incorporano il nuovo nome del Better Cotton Tracer, ora denominato Better Cotton Platform, o BCP. Le Linee guida CdC chiariscono anche le tempistiche massime per le aziende per inserire le transazioni nel BCP e amplieranno l'uso obbligatorio del BCP a tutte le società che acquistano e vendono prodotti Better Cotton entro il 2020. Inoltre, sono state chiarite le responsabilità per le sgranatrici e i partner di attuazione rispetto a controllo di Better Cotton tra la fattoria e il livello di sgranatrice. Per una panoramica di tutte le revisioni, fare riferimento al Riepilogo delle modifiche documento.

È importante sottolineare che i requisiti di base della catena di custodia non sono cambiati: BCI richiede ancora un modello di segregazione del prodotto in atto tra l'azienda agricola e il livello di sgranatura (cioè Better Cotton deve essere tenuto separato dal cotone convenzionale) e un modello di catena di custodia di bilancio di massa è applicabile dopo livello di gin. Maggiori informazioni su questi modelli e requisiti per le diverse organizzazioni della catena di approvvigionamento possono essere trovate nel Linee guida della catena di custodia v1.3.

La revisione è stata effettuata al fine di migliorare la chiarezza per le organizzazioni della catena di approvvigionamento che acquistano e vendono prodotti Better Cotton, per contribuire a garantire un'attuazione più coerente delle linee guida della catena di custodia Better Cotton a livello globale e per garantire che i requisiti fossero aggiornati in modo che la conformità possa essere verificata attraverso il monitoraggio BCI e audit di terze parti.

È possibile trovare le Linee guida della catena di custodia riviste, insieme a un riepilogo delle modifiche chiave qui.

Leggi di più

Condividi questa pagina