Ridurre la quantità di gas serra (GHG) nella nostra atmosfera è essenziale per limitare gli impatti dei cambiamenti climatici. L'agricoltura ha un ruolo chiave da svolgere in questo poiché le foreste e il suolo immagazzinano grandi quantità di carbonio atmosferico.

Secondo il World Resources Institute (WRI), il settore agricolo è responsabile delle emissioni mondiali di gas serra (12%) quasi quanto il settore dei trasporti (14%).

In Better Cotton, miriamo ad aiutare gli agricoltori a ridurre sostanzialmente le loro emissioni di gas serra, aumentando la qualità del raccolto e la resa attraverso una buona salute del suolo e pratiche agricole che catturano il carbonio nel suolo.

In che modo la produzione di cotone influisce sulle emissioni di gas serra

Essendo una delle colture più grandi al mondo, la produzione di cotone contribuisce alle emissioni di gas serra. La produzione di cotone contribuisce al cambiamento climatico emettendo gas serra, alcuni dei quali possono essere evitati o ridotti:

  • Cattiva gestione dei fertilizzanti a base di azoto può generare notevoli quantità di emissioni di protossido di azoto, oltre alle emissioni di GHG associate alla produzione di fertilizzanti e pesticidi.
  • Sistemi di irrigazione ad acqua utilizzati nella produzione di cotone possono essere fattori significativi di emissioni di gas serra in alcune aree in cui l'acqua deve essere pompata e spostata su lunghe distanze o dove la rete elettrica funziona con fonti di energia ad alta emissione come il carbone.
  • Foreste, zone umide e praterie convertite per la produzione di cotone è possibile eliminare la vegetazione naturale che immagazzina carbonio.
-Emissioni-Gas-Serra_Better-Cotton-Iniziativa-Problemi-Sostenibilità_2

Emissioni di gas serra nei principi e criteri Better Cotton

I principi e i criteri di Better Cotton richiedono ai coltivatori di Better Cotton di utilizzare buone pratiche di gestione che mantengano l'integrità dei suoli, ripristinino suoli ampiamente degradati e riducano le emissioni di gas a effetto serra.

Il terzo principio sulla salute del suolo aiuta gli agricoltori:

  • Migliora la gestione dei fertilizzanti regolando quando viene applicato il fertilizzante, come vengono coltivati ​​i campi e altri metodi per limitare le emissioni di protossido di azoto. Ciò aiuta anche a ridurre le perdite di azoto nell'ambiente e la contaminazione delle acque superficiali e sotterranee.
  • Aumentare lo stoccaggio del carbonio nel suolo attraverso pratiche come l'agricoltura a bassa o nessuna lavorazione, la gestione dei residui e il controllo dell'erosione. L'aumento della materia organica del suolo migliora anche la fertilità del suolo, aumenta la ritenzione di umidità e può portare a un aumento dei raccolti.

Il secondo principio sulla gestione dell'acqua aiuta gli agricoltori:

  • Iimplementare pratiche di irrigazione efficienti, come l'irrigazione a goccia, per ottimizzare la produttività dell'acqua e ridurre le emissioni dovute all'irrigazione.

Progetti Better Cotton che affrontano le emissioni di gas serra e il cambiamento climatico

In Better Cotton, sappiamo che un futuro più sostenibile richiede collaborazione. Ecco perché stiamo lavorando con le parti interessate del cotone lungo tutta la catena di approvvigionamento su progetti che possono aiutare a quantificare le emissioni di gas serra e mitigare gli effetti del cambiamento climatico.

Studio Anthesis GHG: Con la consulenza ambientale antesi, abbiamo pubblicato un rapporto nell'ottobre 2021 per quantificare le emissioni di gas a effetto serra della produzione di Better Cotton per paese e comprendere i principali fattori di emissione in ciascuna regione. Ciò contribuirà a informare la nostra programmazione della mitigazione del cambiamento climatico e la definizione degli obiettivi. Impara di più riguardo Il nostro primo studio sulle emissioni di gas serra.

Approccio di valore condiviso all'impatto climatico: The Better Cotton Initiative e altro ISEAL i membri stanno collaborando con Gold Standard definire pratiche comuni per il calcolo delle riduzioni e del sequestro delle emissioni di GHG. Il progetto mira ad aiutare le aziende a quantificare le riduzioni delle emissioni di GHG che risultano da interventi specifici sulla catena di approvvigionamento come l'approvvigionamento di prodotti certificati. Aiuterà anche le aziende a segnalare i propri obiettivi basati sulla scienza o altri meccanismi di performance climatica. Ciò in definitiva guiderà la sostenibilità su scala paesaggistica incoraggiando l'approvvigionamento di materie prime con un migliore impatto climatico. Anche il metodo di quantificazione utilizzato nel nostro studio Anthesis GHG (vedi sopra) sarà rivisto e convalidato attraverso questo progetto.

Cotone 2040: Cotton 2040 è una piattaforma che collega iniziative di cotone sostenibile lungo la catena di approvvigionamento per accelerare i progressi. Stiamo lavorando con altri standard, programmi e codici del cotone sostenibile attraverso il Gruppo di lavoro sull'allineamento degli impatti del cotone 2040 allineare indicatori e metriche di impatto sulla sostenibilità per i sistemi di coltivazione del cotone, compresi quelli sulle emissioni di gas a effetto serra.

Il progetto Delta: Insieme alla Global Coffee Platform, all'International Cotton Advisory Committee e all'International Coffee Association, stiamo lavorando per creare un quadro per il modo in cui i dati di impatto, compresi quelli sulle emissioni di gas serra, vengono raccolti e riportati attraverso gli standard di sostenibilità del cotone e del caffè. L'idea è quella di costruire un approccio e un linguaggio comuni per la rendicontazione della sostenibilità che possano eventualmente essere adattati ad altri prodotti agricoli.

Una migliore strategia per il cambiamento climatico del cotone: Attualmente stiamo sviluppando una strategia quinquennale per il cambiamento climatico. La strategia sosterrà la nostra strategia globale per il 2030 definendo un approccio chiaro per i nostri sforzi sul cambiamento climatico. Al centro della strategia è supportare Better Cotton Farmers per diventare più resilienti ai cambiamenti climatici sviluppando tecniche di adattamento e mitigazione a livello di campo, e quindi aiutare gli agricoltori a ridurre le emissioni di gas serra e misurare i progressi.

Alleanza Cool Farm: Siamo membri di questa alleanza di rivenditori di generi alimentari, produttori, fornitori, ONG, università e società di consulenza che lavorano per aiutare gli agricoltori a monitorare i loro impatti e miglioramenti ambientali e quantificare e comunicare tali benefici ai fornitori con il "Cool Farm Tool". Stiamo testando lo strumento per quantificare le emissioni di gas a effetto serra per il progetto Delta e per il nostro studio Better Cotton Anthesis sui gas a effetto serra (vedi sopra).

Progetto ATLA: Insieme alla Proforest Initiative UK, stiamo sviluppando ATLA (adattamento all'approccio paesaggistico). Riconoscendo che le aziende agricole di cotone non esistono in isolamento e fanno parte di un paesaggio più ampio, il progetto riunisce diverse parti interessate in una regione per capire come il Better Cotton Standard System può aiutare ad affrontare le sfide della sostenibilità come la mitigazione del clima e l'adattamento oltre il livello dell'azienda agricola .

Salute del suolo

Come Better Cotton contribuisce agli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS)

I 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite forniscono un modello globale per raggiungere un futuro sostenibile. L'SDG 13 afferma che dovremmo "intraprendere azioni urgenti per combattere il cambiamento climatico e i suoi impatti". Attraverso la formazione Better Cotton, aiutiamo gli agricoltori a ottimizzare l'uso dei fertilizzanti e i metodi di irrigazione e ad attuare una buona gestione del suolo e principi di utilizzo del suolo che possono aiutare a ridurre le emissioni di gas serra. Ciò crea aree di produzione del cotone più resilienti che offrono un'ampia gamma di vantaggi sociali, ambientali ed economici.

Scopri di più

Immagine di credito: tutte le icone e le infografiche dell'Obiettivo di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (UN SDG) sono state prese dal Sito web dell'ONU sugli SDGIl contenuto di questo sito Web non è stato approvato dalle Nazioni Unite e non riflette le opinioni delle Nazioni Unite, dei suoi funzionari o degli Stati membri.