Generale

Better Cotton riunisce persone e aziende in tutto il settore del cotone, per fornire una visione condivisa per il futuro del cotone sostenibile. Ci concentriamo principalmente sul sostegno agli agricoltori sul campo. Ma è fondamentale che guidiamo anche la domanda di Better Cotton, al fine di continuare la nostra crescita e il nostro impatto, affermando fermamente Better Cotton come un bene vitale per la coltivazione degli agricoltori e aiutandoli a migliorare i loro mezzi di sussistenza.

In questa serie di blog, parliamo con tre rivenditori e membri del marchio Better Cotton degli impressionanti progressi che hanno fatto nell'approvvigionamento di Better Cotton e di come sono in grado di presentare richieste avanzate ai propri clienti di conseguenza. Discuteremo come comunicano ai consumatori i loro progressi in Better Cotton in modi interessanti e innovativi. Il secondo nella serie è George ad Asda. Asda è una delle più grandi catene di supermercati del Regno Unito e la sua gamma di abbigliamento, George è stata lanciata nel 1990, il primo marchio di abbigliamento per supermercati in Gran Bretagna.

Domande e risposte con Jade Snart, Senior Sustainability Manager, George presso Asda

Se preferisci ascoltare l'audio delle domande e risposte, puoi farlo di seguito.

L'azienda afferma che i suoi vestiti George sono venduti in oltre 560 negozi e il suo business online serve oltre 800,000 persone a settimana. Come parte della sua campagna "George for Good", George di Asda si è impegnato a procurarsi cotone più sostenibile al 100% per i propri capi di abbigliamento e prodotti tessili morbidi per la casa. Affermano che stanno lavorando con i loro fornitori per procurarsi cotone più sostenibile attraverso Better Cotton. Nell'ottobre 2020, l'azienda ha lanciato un nuovo negozio incentrato sulla sostenibilità a Middleton, nel Regno Unito. Oltre a offrire stazioni di ricarica per altri prodotti come tè e pasta, opzioni di riciclaggio e opzioni di abbigliamento di seconda mano, il negozio presentava messaggi su George in occasione degli impegni di approvvigionamento di Better Cotton di Asda. Sugli schermi digitali sopra gli scaffali dei vestiti, i clienti hanno potuto vedere i video dei coltivatori di Better Cotton, mentre i box informativi accanto agli scaffali dei vestiti fornivano anche maggiori informazioni sull'approccio di approvvigionamento del cotone dell'azienda.

Jade, puoi dirci di più sul tuo approccio alla sostenibilità all'interno di George ad Asda?

La sostenibilità è diventata come al solito per noi di George, abbiamo impostato la nostra strategia "George for Good" nel 2018 e ora fa parte dei KPI di tutti fornirla. I nostri team commerciali hanno obiettivi da raggiungere in termini di rispetto dei nostri impegni pubblici su fibre provenienti da fonti responsabili, e sono lieto di affermare che oltre l'80% della nostra officina ora utilizza fibre provenienti da fonti responsabili. Per noi, tuttavia, non sono solo le fibre che produciamo, è il modo in cui i nostri prodotti vengono prodotti e confezionati, cosa succede loro alla fine del ciclo di vita e quale impatto potrebbero avere sull'ambiente. Collaboriamo con numerosi partner per aiutarci a realizzare la nostra strategia e Better Cotton è diventato per noi parte integrante dell'approvvigionamento quotidiano.

Sei un team di sostenibilità relativamente nuovo e hai fatto molti progressi in un breve periodo di tempo. Puoi parlarci delle sfide che hai previsto e di come le hai superate per raggiungere il punto in cui sei oggi?

La sfida più grande per noi è stata l'istruzione, era così importante che i nostri colleghi e fornitori capissero perché abbiamo impostato la strategia che abbiamo e perché fare la loro parte è così importante per aiutarci lungo il percorso. All'inizio trascorriamo del tempo con tutti i nostri colleghi e fornitori, compresi i colleghi al di fuori delle funzioni commerciali, poiché crediamo che se vogliamo diventare un'azienda veramente sostenibile, abbiamo bisogno che anche tutti siano sull'autobus con noi.

Commercialmente ci siamo imbattuti in alcune sfide con il passaggio a fibre di provenienza responsabile lungo il percorso, ma l'abbiamo preso a piccoli pezzi per consentirci di andare avanti con la nostra strategia ma senza dover trasferire alcun costo sui nostri clienti. L'obiettivo attuale per noi è ora quello di educare i nostri clienti a capire quali passi stiamo facendo, perché li stiamo facendo e come possono anche apportare piccoli cambiamenti nella loro vita quotidiana che possono fare un'enorme differenza collettivamente.

Sì, è vero, abbiamo lanciato il nostro primo negozio di sostenibilità in assoluto nell'ottobre dello scorso anno, il negozio è stata una favolosa opportunità per noi di mostrare tutto il lavoro che avevamo svolto in background ma che non eravamo stati in grado di condividere con i nostri clienti prima . Volevamo utilizzare la piattaforma per parlare di cosa significhi realmente le fibre ottenute in modo responsabile ed era importante per noi portarlo il più indietro possibile sul campo. Abbiamo utilizzato scatole di racconti e video di coltivatori di Better Cotton sul campo sui nostri schermi digitali, questa è stata la prima volta per noi e il feedback è stato brillante.

Perché hai creato questo negozio e come è stato ricevuto?

Abbiamo riconosciuto come azienda di non aver svolto un ottimo lavoro nel raccontare ai clienti tutte le grandi iniziative su cui stavamo lavorando e nel portare avanti la nostra attività. La creazione di questo negozio ci ha fornito una piattaforma per testare diverse forme di comunicazione, testare nuove iniziative e ascoltare davvero ciò che risuona di più con i nostri clienti. Dal punto di vista di George, clienti e colleghi erano davvero incuriositi dalle scatole della narrazione ed erano ansiosi di saperne di più. Abbiamo trascorso del tempo con i nostri colleghi in negozio, condividendo la nostra strategia ed educandoli a consentire loro di essere i nostri "esperti in negozio", il feedback che abbiamo ricevuto da loro è stato fenomenale, adorano poter spiegare ai clienti di cosa si trattava e perché stiamo facendo quello che stiamo facendo.

Hai informazioni specifiche sui consumatori in merito alle tue informazioni Better Cotton nel negozio e alle tue comunicazioni?

Il feedback principale che abbiamo ricevuto è stato tramite i nostri colleghi a cui erano state poste domande in prima persona dai clienti in negozio. Hanno detto che era la prima volta che sono stati inondati di domande relative a qualcosa di diverso dal prodotto. Molti clienti volevano saperne di più su Better Cotton e di cosa si trattasse e credo davvero che avere le scatole che raccontano storie e gli schermi digitali abbia davvero spinto i clienti a voler saperne di più.

Utilizzi gli schermi digitali per mostrare filmati di Better Cotton Farmers in negozio. Perché era importante?

Per noi, è sempre stato qualcosa di più che solo sui marchi dei prodotti e volevamo utilizzare questo negozio per educare i nostri clienti di più su cosa significhi davvero fibre di provenienza responsabile e su come l'approvvigionamento in questo modo non solo abbia un impatto positivo sull'ambiente ma su cosa significa anche per i contadini nei campi.

Quello che viene dopo?

Abbiamo tratto grandi insegnamenti dal negozio Middleton e continuiamo a farlo. Come risultato delle prove in quel negozio, ora abbiamo un costante "tamburo" di narrazione nei nostri negozi, questo è stato eseguito principalmente sui nostri schermi digitali all'interno dei nostri negozi e continuiamo a cercare altri modi in cui possiamo portare i nostri clienti in questo viaggio con noi.

Scopri di più su George ad Asda.

Rapporto d'impatto

Scopri di più su come Better Cotton riunisce gli attori della filiera del cotone per creare un futuro più sostenibile per il cotone.

Condividi questa pagina