Generale

Better Cotton riunisce persone e aziende in tutto il settore del cotone, per fornire una visione condivisa per il futuro del cotone sostenibile. Ci concentriamo principalmente sul sostegno agli agricoltori sul campo. Ma è fondamentale che guidiamo anche la domanda di Better Cotton, al fine di continuare la nostra crescita e il nostro impatto, affermando fermamente Better Cotton come un bene vitale per la coltivazione degli agricoltori e aiutandoli a migliorare i loro mezzi di sussistenza.

In questa serie di blog, parliamo con tre rivenditori e membri del marchio Better Cotton degli impressionanti progressi che hanno fatto nell'approvvigionamento di Better Cotton e di come sono in grado di presentare richieste avanzate ai propri clienti di conseguenza. Discuteremo come comunicano ai consumatori i loro progressi in Better Cotton in modi interessanti e innovativi. Il primo della serie è Björn Borg, un'azienda svedese di abbigliamento sportivo che prende il nome dal leggendario tennista.

.

Domande e risposte con Pernilla Johansson, responsabile delle comunicazioni aziendali, Björn Borg

Se preferisci ascoltare l'audio delle domande e risposte, puoi farlo di seguito.

La prima collezione di Björn Borg è stata venduta nel 1984 e oggi i suoi prodotti sono venduti in una ventina di mercati, di cui i più grandi sono Svezia e Paesi Bassi. L'azienda è entrata a far parte di Better Cotton come rivenditore e membro del marchio all'inizio del 2017 e si è impegnata a rispettare gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e a seguire il percorso verso la limitazione del riscaldamento globale a 1.5 gradi Celsius.

Le comunicazioni sulla sostenibilità di Björn Borg parlano apertamente e onestamente delle sfide dell'approvvigionamento sostenibile. In particolare, l'azienda sottolinea l'idea che l'azienda può sempre fare di più per migliorare. Entro il 2023, l'azienda mira ad avere "prodotti sostenibili al 100% nell'abbigliamento sportivo e nell'intimo". Nel suo ultimo rapporto sulla sostenibilità, Bjorn Borg afferma che "la maggior parte dei nostri vestiti è classificata da noi come proveniente da fonti sostenibili attraverso l'utilizzo di poliestere riciclato e poliammide riciclata e il supporto di Better Cotton".

Pernilla, puoi parlarci un po' dell'approccio di Björn Borg alla sostenibilità?

Ci avviciniamo al nostro lavoro di sostenibilità nello stesso modo in cui lo facciamo con tutto il resto: avanti a tutta velocità! Nel 2015 abbiamo concluso che gestire un'attività più sostenibile è l'unica via da seguire, sia per il pianeta, sia per le persone, sia per la sopravvivenza dell'azienda. Ci poniamo sempre obiettivi alti, qualunque cosa facciamo, e questa non fa eccezione. Vogliamo fare meglio ed essere migliori alla massima velocità possibile.

Hai raggiunto i tuoi obiettivi di sostenibilità per il 2023 nel 2020, prima del previsto. Puoi parlare di quel viaggio e di come Better Cotton ha avuto un ruolo?

Bene, abbiamo raggiunto uno dei nostri obiettivi che era quello di offrire una gamma di abbigliamento in cui tutti i prodotti fossero classificati in modo sostenibile. Dal momento che un prodotto non può mai essere sostenibile, non importa come giri e giri, abbiamo dovuto accontentarci di migliorare rispetto a prima. Preferibilmente meglio della maggior parte. Dal momento che all'epoca non esisteva uno standard ufficiale, e non lo è ancora, noi, proprio come molti altri marchi di moda, siamo arrivati ​​a stabilire il nostro standard, una classificazione di come i prodotti sarebbero finiti nella nostra gamma più sostenibile. Abbiamo creato la nostra etichetta, che abbiamo chiamato 'B. Domani', e per guadagnare quell'etichetta, un prodotto dovrebbe essere realizzato con un minimo del 70% di materiale più sostenibile o supportare la missione Better Cotton (per migliorare la coltivazione del cotone a livello globale). Dal momento che offriamo molti prodotti in cotone nella nostra gamma di abbigliamento, i prodotti che supportano Better Cotton erano, quindi, una parte importante di questa gamma. Oltre a questo, lavoriamo ad esempio con poliestere riciclato e poliammide riciclato, TENCEL™ Lyocell e S.Café® solo per citarne alcuni.

Sul tuo sito web parli delle sfide della moda e di come "la moda non è sostenibile, punto". Puoi dirci perché stai adottando questo approccio alla comunicazione sulla sostenibilità?

Penso che l'onestà e la trasparenza siano estremamente importanti e l'unico modo per guadagnare la fiducia dei consumatori. Per raggiungere gli obiettivi dell'Agenda 2030, le aziende e i governi dovranno sostenere il carico maggiore, ma anche tu ed io, consumatori ordinari, dobbiamo contribuire. Inoltre, le aziende sono fatte di persone, le persone sono consumatori: spesso i confini tra i due sono sfocati. Non credo sia più rischioso essere aperti, piuttosto il contrario. Se vogliamo realizzare un mondo migliore per i nostri figli, dobbiamo tutti unire le mani e cambiare il nostro comportamento. Vogliamo informare e consentire anche ai nostri follower di fare scelte migliori.

E cosa viene dopo per i tuoi obiettivi di sostenibilità?

Stiamo appena iniziando il secondo passo del nostro viaggio, che è quello di seguire il percorso ONU 1.5° e ci siamo impegnati a ridurre le nostre emissioni del 50% in numeri assoluti entro il 2030. Per un'azienda con grandi ambizioni di crescita, questo è un obiettivo ambizioso , ma ci piacciono le sfide.

Puoi dirci qualcosa in più sui tuoi obiettivi e su come Better Cotton svolgerà un ruolo in questo andare avanti?

Come risultato della nostra adesione a STICA (Swedish Textile Initiative for Climate Action) ci siamo impegnati a seguire il percorso 1.5°. Better Cotton gioca un ruolo, tra le altre cose, poiché la nostra collaborazione consente ai nostri clienti di supportare migliori pratiche di coltivazione del cotone. È un modo per consentire agli altri di fare una scelta migliore e, in definitiva, un contributo all'obiettivo globale di 1.5 gradi.

Speriamo che contribuisca anche a un domani migliore. Oggi supportiamo Better Cotton con gran parte della nostra gamma e finché riterremo di poter fare la differenza, continueremo a farlo. Per le misurazioni farebbe una grande differenza con la tracciabilità, poiché Better Cotton conta come cotone convenzionale nei calcoli delle emissioni.

Ulteriori informazioni su Björn Borg.

Rapporto d'impatto

Scopri di più su come Better Cotton riunisce gli attori della filiera del cotone per creare un futuro più sostenibile per il cotone.

Condividi questa pagina