Dopo un accumulo sostenuto e un lancio iniziato con molto clamore e speranza, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici - COP26 - è giunta alla fine della sua prima settimana. In una serie di blog, stiamo esaminando come l'approccio climatico di Better Cotton guiderà una maggiore azione in tre percorsi: attenuazione, adattamento e garantire una transizione giustae cosa significherà in termini reali per Better Cotton Farmers e partner.

Leggi il blog di Alan McClay sull'importanza della collaborazione per saperne di più, clicca qui.

Abilitare una transizione giusta

Di Chelsea Reinhardt, Better Cotton, Direttore degli standard e dell'assicurazione

Il secondo obiettivo della COP26 – 'Adattarsi per proteggere le comunità e gli habitat naturali' – sottolinea la dura realtà che le comunità di tutto il mondo stanno già affrontando gli effetti del cambiamento climatico, e tali effetti diventeranno solo più gravi nel tempo. Mentre il mondo spinge per ridurre le emissioni, trovare modi per adattarsi e far fronte a tali realtà sarà un obiettivo chiave degli sforzi per il clima che vanno avanti.

L'adattamento è già parte integrante del nostro lavoro in Better Cotton, nonché un pilastro del nostro nuovo approccio climatico, ma una parte altrettanto importante dell'adattamento garantirà che le strategie siano socialmente inclusive. Ecco perché il terzo percorso del nostro approccio consiste nel consentire una transizione giusta.

Chelsea Reinhardt, Better Cotton, Direttore degli standard e dell'assicurazione

Che cos'è una "transizione giusta"?

A solo transizione mette in primo piano le persone più colpite dai cambiamenti climatici e meno preparate ad adattarsi.

Le Linee guida 2015 dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) per una transizione giusta, negoziate tra i governi, i datori di lavoro e le loro organizzazioni, nonché i lavoratori ei loro sindacati, hanno stabilito un'interpretazione globale del termine "transizione giusta". Lo descrive come un processo “verso un'economia sostenibile dal punto di vista ambientale, che “deve essere ben gestita e contribuire agli obiettivi del lavoro dignitoso per tutti, dell'inclusione sociale e dell'eliminazione della povertà”.

Cosa significa questo per Better Cotton?

Sostenere una transizione giusta è, per definizione, l'area con il cielo più azzurro nell'ambito del nostro approccio ai cambiamenti climatici. Sappiamo che ulteriori sforzi andranno a definire questo pilastro, man mano che impariamo di più e collaboriamo con i partner. Finora, per Better Cotton e i nostri partner, una transizione equa:

  • garantire che il passaggio a un'agricoltura rispettosa del clima privilegia i diritti dei lavoratori e protezione;
  • consentire un maggiore accesso ai finanziamenti e risorse per agricoltori, comunità agricole e lavoratori; e
  • capire e lavorare per mitigare gli impatti della migrazione climatica e impatti su donne, giovani e altre popolazioni più vulnerabili.

L'impatto del cambiamento climatico colpirà in modo sproporzionato coloro che sono già svantaggiati, a causa della povertà, dell'esclusione sociale, della discriminazione o di una combinazione di fattori. Questi gruppi sono spesso meno rappresentati nei dialoghi sociali e rischiano di farsi prendere decisioni per loro piuttosto che partecipare direttamente alla trasformazione verso un mondo più sostenibile. Per Better Cotton, un obiettivo primario sarà il sostegno ai nostri piccoli coltivatori di cotone, nonché ai lavoratori agricoli e ai gruppi emarginati nelle comunità agricole.

Ad esempio, sappiamo che i lavoratori del cotone sono già ad alto rischio di violazioni del lavoro e cattive condizioni di lavoro a causa della natura stagionale e temporanea del loro lavoro. In molte regioni, le temperature medie aumenteranno ulteriormente durante le stagioni di punta del diserbo e della raccolta del cotone e gli agricoltori che soffrono di rese ridotte saranno meno in grado di pagare salari dignitosi e fornire benefici ai lavoratori.

Attraverso l'approccio climatico Better Cotton, stiamo costruendo sul nostro lavoro dignitoso principio di produzione e approfondire la nostra comprensione dei rischi lavorativi per sviluppare soluzioni locali. Questo prenderà la forma di nuovi strumenti di feedback dei lavoratori e partnership con organizzazioni che operano all'interno delle comunità agricole per fornire ai lavoratori meccanismi di reclamo.

Credito fotografico: BCI/Khaula Jamil Località: Rahim Yar Khan, Punjab, Pakistan, 2019. Descrizione: Ruksana Kausar (moglie di BCI Farmer) contadina con altre donne coinvolte nel progetto di vivaio sviluppato da Better Cotton Initiative (BCI ) Partner esecutivo, WWF, Pakistan.

Stiamo anche mettendo le donne in prima linea nella giusta transizione. In molte regioni del Better Cotton, le agricoltrici non hanno diritti formali, come la proprietà della terra; tuttavia, spesso hanno un'influenza significativa sulle decisioni agricole. Le donne rappresentano anche la maggioranza dei lavoratori agricoli di cotone in paesi come l'India e il Pakistan. E sappiamo che le donne sono ancora più vulnerabili agli effetti del cambiamento climatico, poiché spesso hanno meno accesso a informazioni, risorse o capitali rispetto alle controparti maschili. Pertanto, è essenziale che le donne siano coinvolte nella progettazione di approcci alla mitigazione e all'adattamento ai cambiamenti climatici e che partecipino attivamente alle decisioni chiave relative all'allocazione delle risorse e alla definizione delle priorità.

Tavole rotonde Cotton 2040

All'inizio di quest'anno, Cotton 2040, con i partner Acclimatise e il supporto della Laudes Foundation, ha creato il prima analisi globale dei rischi climatici fisici nelle regioni globali di coltivazione del cotone per gli anni 2040, nonché una valutazione del rischio climatico e della vulnerabilità delle regioni di coltivazione del cotone in India.

Cotton 2040 ti invita ora a unirti a noi per tre eventi di tavola rotonda, in cui Cotton 2040 e i suoi partner si uniranno per rendere il settore del cotone a prova di futuro attraverso l'adattamento climatico e sociale.

Trova maggiori dettagli sugli eventi della tavola rotonda e registrati per saperne di più, clicca qui.


Scopri di più

Scopri di più sull'approccio climatico di Better Cotton, comprese le aree chiave di interesse, quando lanceremo la strategia 2030 di Better Cotton entro la fine dell'anno.

Maggiori informazioni su Better Cotton e emissioni di gas serra per saperne di più, clicca qui.

Condividi questa pagina