Miglioramento continuo

 
Nell'aprile 2020, BCI ha costituito il Task Force sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso per rivedere l'attuale sistema globale Better Cotton Standard. L'obiettivo della task force era evidenziare le lacune e sviluppare raccomandazioni per migliorare l'efficacia di questo sistema nell'identificare, prevenire, mitigare e rimediare ai rischi del lavoro forzato. Il gruppo era composto da esperti della società civile, rivenditori e marchi e consulenti di approvvigionamento responsabile.

La Task Force ha lavorato per rivedere gli attuali sistemi BCI, discutere questioni chiave e lacune e sviluppare raccomandazioni proposte. Il processo ha incluso ampie consultazioni con un gruppo più ampio di parti interessate ed è culminato in un rapporto completo, pubblicato nell'ottobre 2020 e disponibile integralmente sul Sito web BCI.

Il BCI Leadership Team e il Consiglio hanno ora completato una revisione completa dei risultati del rapporto, producendo una risposta formale che riassume anche il lavoro che BCI ha già svolto a partire da gennaio 2021. La risposta delinea le previsioni di BCI a breve, medio e lungo termine priorità per rafforzare i nostri sistemi sul lavoro forzato e sul lavoro dignitoso.

Alan McClay, CEO di BCI, ha dichiarato: "Il lavoro dignitoso e il lavoro forzato sono questioni cruciali di sostenibilità nella produzione di cotone. In BCI ci impegniamo a rafforzare ulteriormente le nostre capacità su questi temi. Mentre lanciamo la nostra strategia 2030, le raccomandazioni della Task Force ci aiutano a farlo. Il lavoro per attuare queste raccomandazioni è già in corso”.

La risposta accoglie con favore i risultati completi della Task Force e la sua identificazione di molteplici aree in cui BCI continuerà a concentrare maggiori risorse e sforzi. La Task Force ha riconosciuto il potenziale che BCI ha, in quanto rete di partner veramente globale, per attuare il cambiamento tra milioni di coltivatori di cotone e lavoratori.

La risposta riconosce anche l'importanza di incorporare il lavoro forzato di BCI e gli sforzi per un lavoro dignitoso all'interno della più ampia strategia BCI. Ciò si riflette nella strategia 2030 di BCI, che prevede una forte attenzione al lavoro dignitoso. Prevediamo che il lavoro in alcune di queste aree di raccomandazione occuperà la maggior parte del prossimo decennio e anche oltre.

BCI utilizzerà un approccio graduale per implementare le attività delineate nel piano, affrontando tempestivamente le aree vincenti e ad alta priorità, pur mantenendo una visione a lungo termine su alcune delle aree di lavoro più impegnative che richiederanno finanziamenti e risorse dedicati. Questo approccio sarà informato dalla valutazione del rischio; concentrandosi innanzitutto sulle aree in cui i rischi di lavoro forzato sono elevati e BCI ha un'impronta significativa.

BCI cercherà di collaborare attivamente con altri su alcune di queste sfide chiave, come strumenti efficaci per i lavoratori agricoli per sollevare reclami. Queste sfide sono affrontate in tutto il settore agricolo e BCI prevede di lavorare non solo con esperti locali e organizzazioni di base, ma anche con altre iniziative per condividere le conoscenze e sperimentare nuovi strumenti.

BCI non ha perso tempo per iniziare con alcune delle raccomandazioni chiave della task force e le metterà in vigore in tempo per la prossima stagione, a partire da marzo nell'emisfero settentrionale. Il team BCI Leadership è estremamente grato ai membri della Task Force per aver dedicato il loro tempo e le loro competenze per aiutare BCI a esaminare il nostro approccio attuale e a creare un percorso in avanti per trasformare il nostro lavoro forzato e le nostre capacità di lavoro dignitoso.

Una sintesi del piano di BCI per integrare le raccomandazioni della Task Force è disponibile sul sito Web di BCI e può essere trovata per saperne di più, clicca qui.

Condividi questa pagina